“Fort Knox”. Arrestati Tommaso e Antonino Geraci,fratello e nipote del pentito Francesco Geraci-Video del blitz

11 Febbraio 20191min940
Tommaso e Antonino Geraci, rispettivamente padre e figlio, ma soprattutto fratello e nipote del noto pentito di mafia Francesco Geraci, anche lui gioielliere,definito il "tesoriere" di Totò Reina

Nell’operazione “Fort Knox”, condotta congiuntamente da Fiamme Gialle e Carabinieri , sono stati arrestati e  posti ai domiciliari  i gioiellieri castelvetranesi Tommaso e Antonino Geraci, rispettivamente padre e figlio, ma soprattutto fratello e nipote del noto pentito di mafia Francesco Geraci, anche lui gioielliere,definito il “tesoriere” di Totò Reina. Fu Francesco Geraci, infatti, a rivelare agli inquirenti, dove era nascosto il tesoro dei Reina, ossia gioielli in oro e diamanti, per un valore di oltre 2 miliardi delle vecchie lire, oltre a 1500 dollari e 400 sterline d’oro, che il boss gli aveva affidato e fatto nascondere sotto le mattonelle di un’abitazione di Castelvetrano, prima di trasferirsi a Palermo, nella lussuosa villa di via Bernini, dove nel ’93 venne arrestato. Sempre Francesco Geraci, rivelò soprattutto agli investigatori la strategia mafiosa, adottata negli anni ’90 da Totò Riina e Matteo Messina Denaro, per costringere lo Stato a scendere a patti.

Questa mattina, dunque, è stato sequestrato un tesoro di 1 milione e 700 mila euro a Tommaso e Antonino Geraci, in particolare la villa dove vivevano, un’imbarcazione, auto di lusso, la loro società GIA srl, operante nel settore dei metalli preziosi, con la quale i due indagati gestivano due Compro Oro, situati a Mazara del Vallo e a Castelvetrano, nonché i conti bancari riconducibili ai due gioiellieri  e alla loro società.

P.M.

Di seguito il filmato integrale  del blitz delle Fiamme Gialle e dei Carabinieri:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore