latr324 Marzo 20191min41

(AdnKronos) – Roma. Eni e Cnr insieme per lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione della ricerca in Italia. Il Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), Massimo Inguscio, e l’ad di Eni, Claudio Descalzi, dando seguito all’incontro dello scorso maggio, hanno firmato oggi un Joint Research Agreement (Jra) per l’istituzione di quattro centri di ricerca congiunti localizzati nel Mezzogiorno, alla presenza del Presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, del ministro per il Sud Barbara Lezzi e del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. I ricercatori dei laboratori, istituiti presso centri operativi o di ricerca già esistenti, lavoreranno insieme in quattro aree fondamentali, vale a dire per la decarbonizzazione del settore energetico e una crescita sostenibile, la promozione dell’economia circolare e della bioeconomia e per lo sviluppo di sistemi idrici e tecniche di agricoltura innovativi e sostenibili, ovvero in sintesi: studio dei cambiamenti climatici nell’Artico a Lecce; energia pulita da fusione a confinamento magnetico a Gela; gestione sostenibile e innovativa del ciclo dell’acqua in Basilicata; sviluppo di un’agricoltura a basse emissioni di CO2 a Portici.

latr324 Marzo 20191min45

(AdnKronos) – Roma. “La collaborazione con Cnr si inquadra nella strategia Eni di forte cooperazione con l’eccellente sistema della ricerca italiano”. Così l’ad di Eni, Claudio Descalzi dopo la firma oggi a Lecce di un Joint Research Agreement (Jra) con il Cnr per l’istituzione di quattro centri di ricerca congiunti localizzati nel Mezzogiorno.”Siamo orgogliosi di avere all’attivo 9 accordi strategici con le principali università ed enti di ricerca del paese, per un investimento di più di 67 milioni di euro, evidenziando il nostro impegno nel campo della Ricerca e Sviluppo”, sottolinea ancora l’ad del gruppo petrolifero italiano.

latr324 Marzo 20191min48

(AdnKronos) – Roma. “L’accordo tra Eni e Cnr rappresenta un esempio unico di alleanza fra una grande azienda e l’ente di ricerca più importante in Italia per numero di ricercatori e brevetti, premi ERC vinti che permetterà di fare sinergia sulle conoscenze reciproche e nei laboratori congiunti sul territorio. Questa alleanza produrrà innovazioni di ricerca e tecnologiche su scala industriale nel Mezzogiorno con benefici scientifici anche in altre zone dell’Italia e del Mondo”. Così il presidente del Cnr, Massimo Inguscio, dopo la firma oggi con Eni a Lecce di un Joint Research Agreement (Jra) per l’istituzione di quattro centri di ricerca congiunti localizzati nel Mezzogiorno.

latr324 Marzo 20191min31

(AdnKronos) – Roma. “Accolgo con entusiasmo la firma dell’accordo Eni-Cnr per istituire quattro laboratori, tutti nel Sud Italia”, ed anche per questo, per la locazione del Meridione, “si è rafforzato il mio entusiasmo. E’ un giorno importante per l’Italia intera: investire nella ricerca è tra le azioni più concrete e al contempo preziose che si possano compiere”. Così il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a Lecce per presenziare alla sigla dell’accordo ‘Laboratori congiunti Cnr/Eni’.

latr324 Marzo 20191min21

(AdnKronos) – Roma. “Gli Stati generali dell’editoria siano l’occasione per mettere a punto misure per sostenere il rilancio del settore, in tutte le sue componenti, ma anche per ridare voce a tutti coloro, testate e giornalisti, che vedono il loro futuro seriamente compromesso a causa dei tagli e dei bavagli”. Ad affermarlo in una nota è il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, che domani rappresenterà il sindacato dei giornalisti all’iniziativa di apertura degli Stati generali, voluti dal sottosegretario all’Editoria, Vito Crimi.


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore