latr321 Maggio 20192min6

Milano, 21 mag. (AdnKronos) – Settanta è il numero totale di start up che hanno risposto alla Call ‘Smart&Efficient Buildings’ for Innovation di Eni gas e luce, rivolta a start up e Pmi innovative, che hanno inviato la propria candidatura attraverso il portale Open Innovation. Di queste ne verranno selezionate 10 e saranno invitate a partecipare all’Innovation Day che si terrà il prossimo 26 giugno al Talent Garden di Milano. Per i candidati che saranno selezionati si profila la possibilità di accedere alla fase di co-design, durante la quale lavoreranno ulteriormente sulla propria soluzione.

“Siamo molto soddisfatti -dice Mauro Fanfoni, responsabile Strategy, Innovation and Energy Management di Eni gas e luce – perché riteniamo che, con questi numeri, essendo questa la prima Call for innovation di Eni gas e Luce, abbiamo suscitato un interesse e abbiamo in qualche modo messo in moto delle energie interessanti. Devo anche dire che siamo molto soddisfatti anche dal punto di vista della qualità delle proposte che sono state presentate”.

La Call è strutturata in tre differenti aree e quella che ha suscitato maggiore interesse è stata Energy Efficiency for a Sustainable Building con il 69% delle candidature, seguita da Digital Service for a better living con il 16% e Safety and Security con il 15%. Nella prima categoria i progetti presentati interessano i temi di riqualificazione energetica, sismica e digitalizzazione degli edifici esistenti. Uno dei progetti candidati fa riferimento a un sistema che riduce il consumo energetico degli impianti termici degli edifici insieme ad un’App dedicata che consente all’utente di monitorare in tempo reale i propri consumi domestici. Tutto ciò attraverso tecniche di machine learning.

Per la categoria del Safety and Security, Eni ha ricevuto un progetto di sistema per il contro bilanciamento della struttura, innescato dal movimento dell’edificio nel momento in cui si verifica un sisma. Per l’ultima area di interesse Digital Service for a better living spicca una proposta su una piattaforma Cloud per i condomini in grado di digitalizzare e velocizzare l’interazione tra condomini e amministratori.

“Siamo arrivati ad un punto molto importante della nostra call for innovation smart and efficient building, l’avevamo lanciata in occasione della design week 2019 a Milano, e domenica scorsa si è conclusa la prima fase, quella in cui start up e pmi innovative dovevano presentare le loro soluzioni attraverso il nostro portale”.

La qualità delle proposte è “interessante perché ha raccolto molto bene la sfida, che era quella di aggiungere una componente smart digitale – continua Fanfoni – legata ai dati, ai servizi che noi oggi già offriamo ai nostri clienti. E quindi abbiamo riscontrato in tutte le categorie per esempio l’utilizzo di algoritmi di mash and learning per andare ad ottenere dei benefici di efficienza energetica, piuttosto che di maggiore sicurezza degli edifici, e questo è esattamente quello che andavamo cercando”.

latr321 Maggio 20191min6

Roma, 21 mag. (AdnKronos) – Il Cda di Astaldi ha preso atto che, ieri, Salini Impregilo ha comunicato il positivo avanzamento delle condizioni apposte all’offerta vincolante, presentata dalla stessa Salini Impregilo il 14 febbraio e successivamente prorogata il 28 marzo, relativamente alle tematiche regolatorie e antitrust, nonché delle interlocuzioni con gli Istituti finanziari, per la definizione del cosiddetto ‘Progetto Italia’, in cui la soluzione della procedura concordataria di Astaldi, nei termini di cui all’Offerta, riveste un ruolo centrale. E’ quanto si legge in una nota di Astaldi.

Salini Impregilo, in particolare, comunica di ritenere che il completamento delle fasi istruttorie e deliberative degli Istituti finanziari coinvolti possa collocarsi tra la fine di giugno e la prima decade di luglio e, pertanto, ha esteso al 15 luglio 2019 il termine indicato nell’offerta per l’avveramento di talune condizioni, impegnandosi al contempo a fornire un ulteriore aggiornamento entro il 19 giugno, ai fini dell’udienza fissata dal Tribunale di Roma ad Astaldi spa, per formulare i chiarimenti e le integrazioni richiesti sulla proposta concordataria presentata lo scorso 14 febbraio.

Il Cda di Astaldi informa, altresì, di avere ultimato il processo di selezione del Chief Restructuring Officer (il ‘Cro’), individuando la figura professionale ritenuta idonea. Il Cro verrà pertanto nominato, con l’attribuzione dei relativi poteri, nella prossima riunione del Consiglio di Amministrazione prevista entro la fine del corrente mese di maggio.

latr321 Maggio 20191min8

Roma, 21 mag. (AdnKronos) – “È un grande onore entrare in un gruppo di persone che hanno segnato la storia della ricerca scientifica e delle tecnologie spaziali”. Così Roberto Battiston, docente di fisica nell’Università di Trento ed ex presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, commenta il suo prossimo ingresso nella prestigiosa Hall of Fame della Iaf. La cerimonia che formalizzerà il riconoscimento a Battiston è prevista il 25 ottobre a Washington, in chiusura del Congresso Internazionale di Astronautica e l’ufficialità del riconoscimento è attesa nelle prossime ore.

latr321 Maggio 20191min7

Roma, 21 mag. (AdnKronos) – Il Bilancio di Confindustria nel 2018 chiude in linea con il budget di periodo e con quanto previsto nel Preconsuntivo 2018, rilevando un disavanzo della gestione operativa e finanziaria di 273.024 euro, in netta riduzione rispetto alla perdita del 2017 di 696.344 euro. Ad approvarlo l’assemblea privata di Confindustria.

Il risultato, si legge in una nota, sconta oneri tributari per 746.660 euro ed è particolarmente significativo, considerando che l’esercizio in corso ha visto concretizzarsi importanti obiettivi di sviluppo previsti dal Piano Strategico approvato a novembre 2017 dal Consiglio Generale. Tra il 2017 e il 2018 è stata realizzata una riduzione dei Costi Gestionali di 1.355.175 euro e un ulteriore Progetto di Revisione Organizzativa che ha come obiettivo una maggiore qualità ed efficienza delle Risorse Umane.

Il Totale Oneri finanziari e da attività tipica, si attesta a 37,8 milioni di euro; il dato confrontato con la serie storica si presenta sempre in evidente riduzione rispetto ai valori del 2001. Il totale proventi 2018 è di 37,5 milioni di euro. Dal punto di vista patrimoniale Confindustria, conclude la nota, è finanziariamente solida. Presenta al 31 dicembre 2018 un patrimonio netto di 207 milioni di euro con una riserva attività istituzionali di 50,1 milioni di euro.

latr321 Maggio 20191min7

Roma, 21 mag. (AdnKronos) – Il governo prosegua nel dialogo con le imprese: il decreto crescita e lo sblocca cantieri vanno nella giusta direzione. C’è ora, dunque, un’attenzione diversa verso il mondo industriale: vediamo se questa disponibilità sarà suffragata dai fatti. Ma non è più l’ora di cavalcare ansie ma di dare certezze guardando al futuro con pragmatismo e realismo: per questo serve un piano a medio termine che coniughi le ragioni del consenso con quelle dello sviluppo perché il Paese non si può permettere di sforare il 3% del rapporto defici/pil. E’ il leader di Confindustria, Vincenzo Boccia, dal palco di una affollata assemblea privata, che gli tributerà un lunghissimo applauso per l’ultima relazione del suo mandato, a dare voce così al ‘sentiment’ con cui il mondo industriale si appresta domani ad ascoltare l”intervento del ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio.

Il delicato momento economico e lo stallo che si ritrova a vivere il Paese, infatti, necessitano di interventi decisi: la sfida, dice, è tra tattica e presentismo: ci vuole più tattica oltre ad una visione e una strategia maggiore del mondo dell’industria italiana, prosegue Boccia.

Ma non è solo la contingenza economica ad alimentare le aspettative delle imprese; in gioco anche l’imminente scadenza elettorale Ue che potrebbe disegnare un’Europa diversa e lontana dall’idee imprenditoriali. Per questo Boccia consegna alla platea, ma lo farà ancora più minuziosamente domani dal palco dell’assemblea pubblica, la road map di interventi necessari: dal primato della politica alle politiche dei fini e dei grandi obiettivi, occupazione, giovani, competitività e infrastrutture.


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore