latr314 marzo 20191min12

Roma, 14 mar. (AdnKronos) – “Il traffico aereo globale è in costante crescita e l’Italia deve essere in grado di raccogliere al meglio la sfida: ne va della nostra immagine, della nostra forza attrattiva, ma anche della nostra salute economica in generale. Il trasporto aereo vale già oggi poco meno del 4% del Pil, ma soltanto coniugando servizi di qualità e una sempre maggiore attenzione alla sicurezza, riusciremo a farci trovare pronti e capaci di intercettare i nuovi flussi”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in occasione dell’incontro tra l’Enac con tutti gli operatori del settore, in occasione dell’avvio della stagione estiva che, per l’aviazione commerciale, va da fine marzo a fine ottobre.

“Per tantissimi turisti e visitatori di tutto il mondo, le prestazioni di questo settore – sottolinea Toninelli – rappresentano il biglietto di presentazione del nostro Paese e il primo impatto è sempre fondamentale. Enac gioca in questo un ruolo fondamentale. Perché il trasporto aereo va ripensato nell’ottica di una sempre maggiore intermodalità ed efficienza logistica: obiettivi primari per il mio ministero che punta a una valorizzazione massima, sotto ogni punto di vista, dei nostri splendidi territori”.

latr314 marzo 20191min14

Roma, 14 mar. (AdnKronos) – Nel 2018 i passeggeri del trasporto aereo in Italia sono stati 184.810.850, in crescita del 5,8% rispetto al 2017. E’ quanto emerge dai dati di traffico 2018 che sono stati anticipati dall’Enac in occasione dell’incontro con gli operatori di settore.

latr314 marzo 20192min20

Roma, 14 mar. (AdnKronos) – Nulla osta dell’Anac alla nomina alla presidenza della Consob di Paolo Savona. In una delibera che risponde ad una segnalazione, l’Autorità evidenzia che non esiste incompatibilità rispetto alle passate esperienze di Savona come amministratore del Fondo Euklid. L’Autorità che esamina vari profili evidenzia in particolare che nel caso in cui “il fondo di investimento Euklid finisca per rientrare nella sfera di esercizio dei poteri di regolazione e di vigilanza di Consob laddove l’attività del fondo in questione, così come descritta sul sito internet dello stesso, potrebbe essere svolta anche sul mercato italiano”, questa ipotesi di conflitto di interesse “potrebbe essere facilmente ‘sterilizzabile’ con l’astensione del controllore relativa ad ogni decisione che possa riguardare il controllato”.

La seconda tipologia di conflitto di interesse che potrebbe evidenziarsi con riferimento alla fattispecie in esame, sottolinea ancora l’Anac, “è quella relativa alla possibilità per il Presidente di Consob di avere accesso ad informazioni riservate utili per la gestione del fondo stesso. Ferma restando la configurabilità di fattispecie illecite penali o amministrative conseguenti all’utilizzo di tali informazioni, fattispecie astrattamente ascrivibili a tutti i funzionari in possesso di tali informazioni, la disponibilità di informazioni riservate da parte di chi detenga interessi privati in società che operano quotidianamente nell’ambito dei mercati azionari potrebbe dare luogo ad ipotesi di conflitto di interesse di tipo generalizzato, più difficile da neutralizzare rispetto al conflitto di interesse puntuale”.

Le eventuali ipotesi di incompatibilità o conflitto di interessi ravvisabili nella nomina di Paolo Savona a presidente di Consob, rispetto alla pregressa carica di Ministro per gli affari europei, “sono oggetto dei poteri di vigilanza sull’applicazione dei divieti contenuti nella legge n. 215/2004 attribuiti all’Autorità garante della concorrenza e del mercato e all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni”, sottolinea ancora l’Anac.

latr314 marzo 20191min13

Roma, 14 mar. (AdnKronos) – L’incidente occorso al 737 Max 8 di Ethiopian Airlines costituisce un elemento di preoccupazione per il credito nel settore dell’aviazione. E’ il monito che giunge dall’agenzia di rating Fitch, per la quale è, tuttavia, prematuro assumere decisioni sui rating, dal momento che le conclusioni finali sulle cause della tragedia di Ethiopian ma anche di Lion Air non sono ancora note. Il rating A con una prospettiva stabile su Boeing non è immediatamente influenzato. Fitch sottolinea che la compagnia ha una notevole liquidità, flessibilità finanziaria, flussi di entrate diversificati e bassa pressione finanziaria.

“La cosa più preoccupante sarebbe uno scenario severo che includa un problema sistemico con l’aereo che porta a tempi lunghi, ritardi nella consegna dei materiali, cancellazioni significative degli ordini e sentimenti pubblici negativi nei confronti del MAX”, spiega Fitch..

“Se c’è una correlazione tra le cause dei due recenti incidenti , ci aspettiamo che la situazione peggiori e che si verifichino ritardi e ritardi nella consegna “, afferma Fitch. “Somiglianze tra gli incidenti di Lion Air ed Ethiopian Airlines potrebbero indicare la presenza di un difetto di progettazione che dovrebbe essere affrontato. Controlleremmo la quantità di tempo e risorse necessarie per affrontare un problema del genere”.

latr314 marzo 20191min19

Roma, 14 mar. (AdnKronos) – Toscana Aeroporti ha chiuso il 2018 con ricavi pari a 131,9 milioni di euro, in crescita del 9,2% rispetto ai 120,8 mln dello stesso periodo dell’anno precedente. L’ebitda è pari a 35,8 mln di euro, in crescita del 18,8% rispetto ai 30,2 mln del 2017 mentre l’utile netto si attesta a 14,6 mln di euro, in progressione del 38,3% rispetto ai 10,6 mln del 2017. Lo rende noto Toscana Aeroporti, la società che gestisce gli aeroporti di Firenze e di Pisa, dopo che il Cda ha esaminato e approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2018.

I risultati del 2018, commenta Marco Carrai, il presidente di Toscana Aeroporti, “sono particolarmente positivi sia in termini di crescita dei passeggeri, con il Sistema Aeroportuale Toscano che per la prima volta ha superato la soglia degli 8 milioni di passeggeri, sia in termini economici, con tutti gli indicatori in crescita. Ci prepariamo ad affrontare con grande entusiasmo il 2019 che rappresenterà un anno storico per gli aeroporti toscani: prenderanno infatti il via i lavori per l’ampliamento del Terminal di Pisa e quelli per la realizzazione della nuova pista e del nuovo Terminal di Firenze. Due progetti che rivoluzioneranno completamente la capacità e l’offerta di Toscana Aeroporti con prospettive di crescita particolarmente importanti”.

All’Assemblea, convocata per il 29 parile in prima convocazione e occorrendo, per il 30 aprile, in seconda convocazione, sarà proposto un dividendo di 0,70 euro per azione (+31,8% rispetto a 0,531 euro del 2017) con un payout del 95%. Pagamento del dividendo a partire dall’8 maggio 2019 mediante lo stacco della cedola n. 13 il 6 maggio 2019 (record date il 7 maggio 2019).


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore