latr322 Settembre 20192min6

Roma, 22 set. (AdnKronos) – “Fermi tutti. Noi abbiamo come obiettivo quello di abbassare le tasse, non di aumentarle. E secondo me è totalmente sbagliato scatenare un dibattito ogni giorno per parlare di nuovi balzelli. Un governo che pensa ai cittadini lavora per bloccare l’aumento dell’Iva, che avrebbe comportato una spesa di più di 500 euro a famiglia, l’anno prossimo. Ed è questo governo che noi sosteniamo. Un governo che vuole fare il bene delle persone toglie tasse sul lavoro per permettere alle imprese di assumere nuova gente. Ed è così che avrà i nostri voti in Parlamento”. Lo mette in chiaro il ministro agli Affari esteri e capo politico del M5S, , in un lungo post su Facebook.

“Sull’ambiente, un governo degno di questo nome premia chi non inquina e disincentiva chi se ne frega. Ma tutto deve prevedere una transizione su un arco temporale di anni e permettere di convertire i propri stili di vita e le produzioni industriali e aziendali. Dobbiamo andare avanti anche con il salario minimo per mettere la parola fine agli stipendi da fame che percepiscono alcuni lavoratori. È inaccettabile guadagnare 2-3 euro l’ora. Per questo vogliamo parlare del salario minimo da subito nel Def. È doveroso tutelare chi fatica dalla mattina alla sera. Se questo governo esiste, è perché lo sostiene il MoVimento 5 Stelle. Lavoreremo al documento di economia e finanze per permettere agli italiani di vivere un 2020 migliore. Questo è il nostro obiettivo ed è così che vogliamo andare avanti. Qualcuno dirà che stiamo dando un ultimatum al Governo. Ma io non sono stato eletto per passare le mie giornate a dire che non è così. A noi interessa parlare chiaro e portare a casa i risultati. E sempre per parlare chiaro, mercoledì alla Camera si decide quando calendarizzare l’ultimo voto sul taglio dei parlamentari. Ci aspettiamo tempi rapidi e zero scuse”, conclude.

latr322 Settembre 20191min6

Roma, 22 set. (AdnKronos) – “L’alleanza coi Cinque stelle, realizzatasi a Roma in circostanze burrascose e complesse, può ovviamente essere replicata laddove si individuino convergenze programmatiche e di visione. Ma non può diventare un automatismo perché diversi restano sensibilità, valori e idee. Siamo diversi e non possiamo improvvisamente fingerci uguali. Nessuno lo capirebbe”. Lo scrive in un lungo post su Facebook Anna Ascani, viceministra dell’Istruzione ed esponente Pd, ragionando sulle elezioni in Umbria e precisando di essere a favore di un candidato governatore ‘civico’.

“Esistono delle convergenze sulle proposte per l’Umbria? Possiamo discuterne? Possiamo individuare un candidato presidente che non sia solo una sintesi pacifica tra due mondi distinti e distanti, ma che porti anche un valore aggiunto senza diventare la bandiera di uno o dell’altro? Non mi convince l’idea che una sommatoria a freddo possa raccogliere più consenso dei singoli partiti se resta, appunto, tale. L’ho detto al commissario Verini e al segretario Zingaretti – mette in chiaro Ascani – un’operazione di questo tipo, se consumata frettolosamente e senza i dovuti passaggi, rischia tra l’altro di fare un danno al governo che vorrebbe invece rafforzare. Questo è in sintesi quel che penso”.

“Naturalmente -aggiunge- nelle prossime settimane e fino al 27 Ottobre sarò in giro per tutta la nostra Regione a dare il mio contributo per evitare che una terra di pace, di sviluppo, di bellezza venga consegnata alla barbarie salviniana. A quell’aspirante cubista sovraeccitato che considera l’Umbria poco più che uno scalpo da esibire e che non ha alcun interesse a farla crescere”.

latr322 Settembre 20191min4

Roma, 22 set. (AdnKronos) – “Tasse sui voli aerei, tasse sulle merendine, tasse sulle bibite. Leggendo i giornali stamani sembra che la sinistra non perda mai il vizio! Ma Alitalia non è già abbastanza cara di suo? Servono davvero altre imposte per chi vola? E la priorità non era evitare l’aumento dell’Iva? Che senso ha allora aumentare il costo dei prodotti!”. Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, leader di Cambiamo.

“Piuttosto – prosegue – lavoriamo per sbloccare cantieri, aiutare la imprese, ridurre le tasse a chi investe e crea lavoro. Se cresce la ricchezza del Paese non servono nuove tasse. È evidente che la sinistra, anche questa volta, non vuol capire cosa serve all’Italia”.

latr322 Settembre 20191min5

Roma, 22 set. (AdnKronos) – “Ringrazio l’assemblea regionale e i vertici nazionali del partito per avermi indicato quale candidato presidente della Campania per FdI”. Lo dichiara il questore della Camera e parlamentare di Fratelli d’Italia Edmondo Cirielli, a margine della manifestazione nazionale di Atreju 2019.

“Sono orgoglioso che la scelta sia ricaduta sul mio nome e sarebbe un onore amministrare la mia Regione. Ovviamente, aspettiamo le decisioni dei vertici nazionali del centrodestra perché l’obiettivo prioritario è presentarsi agli elettori con una coalizione unita, fondata su un programma di governo condiviso, per rappresentare una seria e credibile alternativa alla Giunta regionale di De Luca, la peggiore che la Campania mai abbia mai avuto. Ma qualora l’indicazione finale dovesse ricadere su un altro candidato presidente – conclude Cirielli – lo sosterremo con lealtà perché l’unità del centrodestra è più importante dei nomi”.

latr322 Settembre 20191min4

Roma, 22 set. (AdnKronos) – “Le parole di Berlusconi hanno confermato in maniera inequivocabile la collocazione di Forza Italia nell’alveo di un centrodestra liberale, alternativo alla sinistra, all’opposizione del Governo Conte bis e lontano dalle sirene renziane”. Così, in una nota, la presidente del gruppo Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini.

“La strada delle riforme liberali – aggiunge – dal taglio del cuneo fiscale, alla riduzione generale della pressione fiscale, ad un grande piano infrastrutturale, alla lotta alla oppressione burocratica, è quella giusta per parlare a quella parte di Paese che non è di sinistra, e non vuole affidarsi ad una proposta politica che si esaurisca nel populismo e nel sovranismo. Siamo distinti da Lega e da Fratelli d’Italia e questa distinzione sarà la forza del nostro movimento ma anche di una coalizione plurale e vincente”.


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Giampino Pamela Rita