latr311 marzo 20191min20

Roma, 11 mar. (AdnKronos) – “Lucio aveva una casa qui a Trastevere e mi faceva sentire i dischi prima che uscissero. Lucio era il più felliniano dei cantanti italiani, aveva quella capacità di attraversare i generi. Gli eredi di Lucio e sua etichetta sono stati così gentili, in ragione di questa amicizia, da darmi questo brano che è stato eseguito da Ron a Sanremo l’anno scorso”. Lo dice Walter Veltroni a proposito della colonna sonora del suo film ‘C’è tempo’ a Adnkronos Live.

“E poi c’è un brano dello Stato Sociale e poi un brano di Simona Molinari che ha presentato nel film questo brano che si chiama ‘Parlami’ molto bello”. Il brano dello Stato Sociale si intitola ‘Sempre lo stesso, sempre diverso’. “Si riferisce a me? A tutti credo. E’ l’evoluzione con uno stampo però, che si decide a tra i 9 e 13 anni, lì si decide il nostro carattere, il nostro sguardo sul mondo”.

latr311 marzo 20191min22

Roma, 11 mar. (AdnKronos) – “Sono piccoli omaggi”. Così Walter Veltroni parla delle tante citazioni presenti nel suo film ‘C’è tempo’ a Adnkronos Live. Ad esempio “c’è una manifesto di un convegno” nel film “in cui i nomi dei relatori sono tutti tratti dalla ‘Notte si San Lorenzo’, ‘Una vita difficile’… Era un modo per ringraziare le persone che mi hanno fatto amare il cinema”.

“Siamo in un tempo in cui persino la gentilezza, un sorriso diventa eversivo. Per me quelle citazioni sono come dei fiori, un omaggio a chi mi ha regalato”.

latr311 marzo 20191min15

Roma, 11 mar. (AdnKronos) – “Come nasce l’idea? Non lo so, mi è venuto in mente questo mestiere molto suggestivo”. Lo dice Walter Veltroni a Adnkronos Live a proposito del protagonista del suo film ‘C’è tempo’, che di mestiere fa l’osservatore di arcobaleni.

“Il valore simbolico dell’arcobaleno è molteplice. Intanto è la composizione diversità, strisce di colore diverso che diventano una meraviglia quando si incontrano. Arriva improvvisamente come tutte le cose belle della vita. E’ una dimensione meravigliosa della natura, solare, arriva dopo la pioggia”.

“Nel film c’è un altro elemento, il labirinto che è l’esatto opposto. E poi -conclude Veltroni- quando spunta l’arcobaleno non c’è persona che non alzi la testa, è una dimensione unificante”.

latr39 marzo 20191min31

Roma, 9 mar. (AdnKronos) – “Ieri sera stavo per morire, un pezzo di carne non scendeva giù e il nostro maestro delle luci Max Tommasino mi ha salvato con la manovra di Heimlich. Ora ho dolore al costato ma sono felice di essere qui con voi”. E’ con queste parole che Antonello Venditti, che ieri ha compiuto 70 anni, ha raccontato la sua disavventura nel corso del doppio concerto di ieri sera al Palazzo dello Sport dell’Eur, a Roma. Un’esibizione alla quale hanno partecipato come ospiti Zucchero, Ultimo e Briga, oltre a Symo che ha aperto il concerto con Sora Rosa, il primo brano che Venditti scrisse a 16 anni. “Imparate quella manovra – ha aggiunto il cantautore all’inizio della serata – può salvare delle vite”.

La manovra Heimlich, che prende il nome dal medico statunitense che per primo la descrisse nel 1974, è una tecnica di primo soccorso per rimuovere un’ostruzione delle vie aeree.

latr38 marzo 20191min23

Milano, 8 mar. (AdnKronos) – “La situazione della Scala è preoccupante e il responsabile è solo uno, il Presidente del Cda, e si chiama Giuseppe Sala. Il sindaco mente quando dice che non era informato dell’ingresso saudita, pare che lo sappia da dicembre ma avrebbe aspettato finora e tenuto una posizione ’pilatesca’, perché la sua immagine come sempre è più importante di Milano”. Così in una nota Alessandro Morelli, Capogruppo della Lega in Comune di Milano, commentando il caso del possibile arrivo di capitali sauditi nelle casse del Teatro alla Scala. “Ora chiede il silenzio ma la verità è che Sala – aggiunge – sta mettendo in pericolo non solo la nostra Città ma il secondo brand italiano nel mondo, quindi la storia e la cultura del nostro Paese, e lo fa come sempre per salvare la faccia”.


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore