Sport


latr320 gennaio 20193min230

Cortina d’Ampezzo, 20 gen. (AdnKronos) – Nuotare a 1500 metri di altezza, un esperimento possibile a Cortina grazie a Jacuzzi Event Sponsor della tappa ampezzana della Coppa del Mondo di Sci. L’azienda, leader mondiale per la produzione di Spa e vasche idromassaggio e marchio di riferimento nel mondo del Wellness, ha installato nella finish area del tracciato dell’Olimpia delle Tofane una piscina Swimspa per il nuoto controcorrente ed invitato un ospite d’eccezione a provarla: Marco Orsi nuotatore plurimedagliato a europei e mondiali in vasca corta e detentore di svariati record nazionali tutt’ora imbattuti.

L’iniziativa lanciata dal brand italiano ha divertito gli appassionati accorsi a Cortina giocando tra i contrasti tra sci e nuoto, neve e acque e il freddo della pista e il caldo della vasca e ha permesso ai presenti di conoscere oltre alle regine della neve anche un campione del nuoto che si è detto entusiasta della piscina Swimspa per gli allenamenti.

“E’ una sensazione bellissima nuotare qui a Cortina in mezzo alla neve -ha sottolineato Orsi- questa piscina è perfetta per allenarsi e tenersi in forma sia per gli atleti professionisti sia per gli appassionati”. L’impegno di Jacuzzi a Cortina però non si è limitato a questo, l’event sponsor era presente con un secondo stand su corso Italia accanto al padiglione che nella serata di sabato ha celebrato la doppietta austriaca nella discesa libera dell’austriaca Ramona Siebenhofer capace di bissare il successo del giorno precedente e che sul podio è stata raggiunta dalla connazionale Nicole Schmidhofer e dalla slovena Ilka Stuhec.

Nel padiglione nel cuore di Cortina Jacuzzi ha presentato per la prima volta al grande pubblico, dopo il debutto al Cersaie 2018, Arga una vasca innovativa che, discostandosi dalla celebre tecnologia a idromassaggio che ha caratterizzato la storia del brand, spinge in avanti l’idea di wellness e benessere. Lo fa grazie alla tecnologia swirpool un lento vortice di acqua che, unito alla cromoterapia e al diffusore di Sali minerali integrato, punta a creare momenti di massimo relax.

Il doppio impegno di Cortina dimostra quanto Jacuzzi crede nei valori di wellness e allenamento che condivide con la Fis Ski World Cup come ha dichiarato il presidente e Gm del gruppo Fabio Felisi. “Ormai è il quarto anno che Jacuzzi supporta la coppa del mondo di sci -ha sottolineato Felisi-, siamo di nuovo a Cortina perché rappresenta perfettamente due dei nostri valori fondanti: lo sport con gli sportivi che scelgono sempre di più i nostri prodotti per migliorare le loro performance, e il benessere dove l’ospitalità in hotel e centri benessere sta diventando una parte importante della nostra proposta”.

Sono 5 le tappe della Fis World Cup che stanno vedendo Jacuzzi protagonista sulle piste innevate. Dopo quelle in Val d’Isere (8-9 dicembre), Madonna di Campiglio (22 dicembre), Kronplazt (15 gennaio) e Cortina (19-20 gennaio) l’apice della partnership tra brand e mondiale arriverà a Kranjska Gora in Slovenia il 3 e 4 marzo. Una tappa tutta nuova per celebrare al meglio lo spirito di innovazione che accomuna Jacuzzi e Fis Ski World Cup.



latr318 gennaio 20191min130

Venezia, 18 gen. (AdnKronos) – “Non mi invento nulla quando affermo che per le opere propedeutiche ai Mondiali di sci alpino di Cortina del 2021 siamo alla stretta finale. Il sollecito del sottosegretario Gava agli enti istituzionali preposti alle valutazioni di impatto ambientale a fare presto e bene, nel rispetto delle leggi vigenti, va esattamente in questo senso”. Lo afferma il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, in riferimento a quanto scritto dal sottosegretario Vannia Gava, in una lettera inviata oggi al ministro dell’ambiente, al presidente della Commissione Via e al direttore Valutazioni Ambientali.

“Con Anas, Veneto Strade e Ferrovie dello Stato – precisa Zaia – stiamo affrontando i nodi della viabilità e della mobilità di persone e cose per far sì non solo che i Mondiali risultino all’altezza della tradizione di una delle località sciistiche più importanti a livello internazionale, ma che la manifestazione del 2021 sia l’incubatore delle Olimpiadi del 2026. In altre parole, un’adeguata preparazione di Cortina ai Mondiali è un’ottima carta da visita da presentare al CIO, chiamato entro la prossima estate a decidere tra la nostra candidatura e quella di Stoccolma”.

“Ringrazio quindi la sottosegretaria Gava per questa indispensabile allerta a tutti i soggetti che saranno coinvolti nell’operazione – conclude Zaia – e ribadisco che la Regione farà al meglio la sua parte”.



latr318 gennaio 20191min110

Roma, 18 gen. (AdnKronos) – Link, società detenuta da John Jiang, lo scorso 11 gennaio ha sottoscritto l’aumento di capitale di Parma Calcio 1913 per un corrispondente 30% del capitale. Link ha inoltre depositato presso il notaio Napolitano & Caricato di Milano ulteriori 3.517.911 euro, per sottoscrivere il 30% di capitale della società. Tale attività, si legge in una nota della società, “è stata effettuata di fronte al notaio alla luce delle operazioni progettate ed eseguite da Nuovo Inizio, tra i cui azionisti figura anche la famiglia Barilla”.

La sottoscrizione dell’aumento di capitale “è un’ulteriore conferma della fiducia di John Jiang nel progetto Parma 1913, come è stato dimostrato in modo evidente negli ultimi anni anche attraverso gli ingenti investimenti finanziari per il potenziamento del club e dopo l’insediamento di un gruppo dirigente altamente qualificato proveniente dal gruppo Hope. Questo impegno finanziario e personale è stato determinante per portare il club, attraverso una rapida e avvincente ascesa, dalla serie C alla serie A in soli due anni”.

Il 31 maggio 2017, sottolinea la società, “Link aveva raggiunto un accordo con Nuovo Inizio per l’acquisto del 60% del capitale del Parma Calcio 1913, diventandone così azionista di maggioranza. A Nuovo Inizio era rimasto il 30% del capitale della società, mentre agli azionisti di minoranza il restante 10%. Tuttavia, il 23 ottobre, Marco Ferrari, mandatario di Nuovo Inizio, ha trasferito a fronte di soli 45mila euro, il 30% delle azioni del Parma Calcio a Nuovo Inizio, annunciando anche l’intenzione di vendere l’intero pacchetto ad un soggetto terzo”. Link “crede fermamente che il trasferimento della quota menzionata sia stato eseguito abusando di un mandato e che quindi sia illegale”.



latr318 gennaio 20191min120

(AdnKronos) – Link “ricorrerà alle vie legali per difendere i propri interessi e per dimostrare l’illiceità delle azioni intraprese dagli azionisti di Nuovo Inizio”.

In sua difesa, Link farà quanto possibile affinché il tribunale dichiari “nulla la manovra eseguita da Nuovo Inizio, recuperando così il 30% delle quote del club che sono state illegittimamente prese. Il che porterà nuovamente Link al 60% delle azioni del club”.

Link “ha investito oltre 25 milioni di euro nel Parma Calcio 1913 al fine di costruire in tempi brevi un club da Serie A, vincendo due campionati di serie consecutivi, e posizionando attualmente il club ad un buon livello di classifica”. Link ritiene “che i recenti cambiamenti nell’assetto dell’azionariato, nella presidenza e nella gestione di Parma Calcio 1913 sono stati ispirati da interessi disonesti e condotti in cattiva fede”.