latr39 marzo 20191min30

Roma, 9 mar. (AdnKronos) – “La montagna prende, la montagna dà… “. E’ lo struggente post su Facebook di Stefania Pederiva, la fidanzata di Tom Ballard che ha perso la vita con . “Occhi trasparenti come l’anima pura di un ragazzo che viveva per stare nella natura – scrive la donna -, un viso così dolce non l’avevo neanche mai immaginato e il mio cuore hai subito conquistato, nessuna bontà più grande della tua ho mai conosciuto forse era troppo per un mondo che non guarda in faccia nessuno”.

“Da un altro pianeta mi sembravi arrivato”, scrive nella lettera d’addio a quell’uomo, che condivideva con lei la passione per la montagna, e aveva “i ciuffi biondi mossi dal vento e una forza immensa” con cui “hai vissuto liberamente e pienamente”. “Una barriera avevo innalzato per accettare i pericoli ai quali eri costantemente esposto”, ma ora è andato “tutto in frantumi”.

Resta “un dolore straziante e una forte rabbia per non aver ascoltato le mie costanti parole che ti dicevano che su quella montagna non dovevi andare”. “Ringrazio l’Universo per avermi regalato una persona così speciale”, “per i magnifici ricordi dei tempi trascorsi insieme” e conclude, aggiungendo alla foto di copertina con la scritta ‘Ti amo’, “che sarai sempre la mia roccia più bella”.

latr38 marzo 20191min23

Venezia, 8 mar. (AdnKronos) – “Apprendo del finanziamento del Governo per le finali Atp in Piemonte e ribadisco ciò che ho detto poche settimane fa. Fa bene il Governo a decidere di sostenere i grandi eventi sportivi, ma è altrettanto vero che, a fronte di questo finanziamento non si possono trascurare le Olimpiadi, perché altrimenti si tratta di una sperequazione nei confronti di due regioni importanti che si sono messe a disposizione, come il Veneto e la Lombardia. Cortina e Milano hanno unito le forze per questo progetto “Cortina-Milano 2026” che ha potenzialità di arrivare al traguardo”. Lo sottolinea il presidente del Veneto, Luca Zaia in riferimento allo stanziamento di 78 milioni di euro per la candidatura di Torino alle Atp Finals di tennis.

“Abbiamo lavorato e sudato per elaborare un grande dossier e oggi non possiamo pensare che questo sforzo, che porta visibilità e valore all’Italia intera, possa essere trattato come pecora nera degli eventi sportivi nazionali. Sono stati stanziati 78 milioni per gli ATP: ben venga la promozione di questo evento, ma ricordo che tale finanziamento serve a pagare i professionisti che devono giocare perché le infrastrutture esistono già in Piemonte”, spiega Zaia.

“Noi, al contrario, dobbiamo mettere in campo uno sforzo enorme, anche sotto il profilo della pianificazione delle infrastrutture, che lascerà valori economici notevolissimi e valore aggiunto non soltanto sul fronte della promozione e della valorizzazione dei territori, ma anche sotto il profilo del rafforzamento evolutivo e strategico degli hub turistici invernali che già esistono. Quindi, in ragione di tutto ciò, chiedo fermamente e pubblicamente al Governo di intervenire in maniera assolutamente proporzionata nel sostegno anche alle Olimpiadi. Giochi Invernali 2026 che non possono immaginare un Governo nazionale estraneo ad un corposo sostegno”, conclude.

latr38 marzo 20192min27

Roma, 8 mar. (AdnKronos) – Figc ed Eni continuano a sostenere le attività nell’ambito del Programma di Sviluppo Territoriale avviato a livello nazionale nel 2015, a dimostrazione dell’impegno e delle risorse profuso per la crescita del calcio giovanile italiano e dei valori che esso rappresenta. Dopo l’esperienza del 2018, a integrazione di quanto svolto nel corso dell’anno presso i 50 poli d’eccellenza tecnica istituiti dalla Federazione in tutte le regioni italiane, prenderà il via la seconda edizione del Torneo dei Centri Federali Territoriali. Un’iniziativa, a carattere nazionale, riservata alla categoria Under 14 Maschile, che coinvolgerà le formazioni delle rispettive strutture in una manifestazione che si articolerà attraverso una prima Fase Regionale, la successiva Fase Interregionale e la Fase Nazionale.

Appuntamento all’11 marzo, con le gare di andata del primo turno del torneo, con 10 triangolari e altrettanti scontri diretti che si disputeranno in 20 Centri Federali Territoriali, con gli incontri di ritorno in programma l’8 aprile. A seguire i raggruppamenti interregionali, 5 quadrangolari, programmati in base alla collocazione geografica dei CFT (Nord-Est, Nord-Ovest, Centro-Nord, Centro-Sud, Sud), che determineranno le 5 formazioni finaliste che si affronteranno l’8 e il 9 giugno presso il Centro di Formazione Olimpica di Tirrenia (Pisa).

Il format del torneo, che complessivamente coinvolgerà 700 atleti e 150 tra tecnici e dirigenti, prevedrà, come lo scorso anno, diverse prove tecniche – incontri 5vs5, 9vs9 e shoot out – al termine delle quali si determinerà la graduatoria finale. Nel corso della manifestazione, in linea con i contenuti formativi ed educativi del Programma di Sviluppo Territoriale, saranno inoltre organizzati diversi incontri con gli staff dei CFT, al fine di confrontarsi sui vari aspetti dell’attività, monitorare i giovani calciatori nel medio-lungo termine, sviluppare un percorso di formazione tecnico-sportiva coordinato, ridurre la dispersione dei talenti e contrastare l’abbandono dell’attività sportiva da parte dei giovani.

latr37 marzo 20192min24

Francoforte, 7 mar. – (AdnKronos) – Si chiude a reti bianche al Frankfurt Stadium l’andata degli ottavi di finale di Europa League tra Eintracht e Inter, con i nerazzurri che giocano un ottimo primo tempo nel quale possono recriminare per il rigore che Brozovic si fa parare da Trapp ma subiscono la reazione tedesca nella ripresa. Il passaggio ai quarti si deciderà tra una settimana a San Siro senza Asamoah e Lautaro Martinez che saranno squalificati. La squadra di Spalletti inizia il match con piglio deciso e dopo 10 minuti potrebbe passare in vantaggio. Punizione di Politano, colpo di testa di De Vrij e D’Ambrosio manca la deviazione vincente per pochi centimetri. La replica dei tedeschi arriva al quarto d’ora con un gran tiro di sinistro di Jovic da 25 metri che termina alto di poco. Al 21′ Lautaro viene steso in area da Fernandes e l’arbitro concede il rigore: dagli 11 metri Brozovic si fa parare il tiro da Trapp che devia in angolo. Sul corner seguente colpo di tacco di Skriniar e ancora il portiere di casa a dire di no. Alla mezz’ora tedeschi insidiosi ancora con Jovic che non inquadra la porta non di molto. Prima della fine del tempo cross di Politano per la testa di Vecino che spedisce a lato.In apertura di ripresa i padroni di casa vanno in gol con Haller ma l’arbitro scozzese Collum annulla per fuorigioco. Al 9′ ancora Haller va giù in area su un intervento di D’Ambrosio per Collum non è rigore e il tecnico dei tedeschi Hutter si fa espellere per proteste. Poco dopo Perisic accusa un problema muscolare alla coscia sinistra e Spalletti lo sostituisce con Candreva.

Con il passare dei minuti i tedeschi prendono il controllo della partita e sfiorano il vantaggio in due occasioni con Hinteregger, al 25′ con un colpo di testa su cross di Kostic parato da Handanovic e qualche minuto più tardi con un sinistro da fuori area sul quale fa ancora buona guarda il capitano nerazzurro. Le ultime emozioni della partita sono ancor di marca tedesca con due tiri uno di poco fuori di Paciencia e l’altro di Gacinovic bloccato da Handanovic.

latr34 marzo 20191min27

Cortina d’Ampezzo (Bl), 4 mar. (AdnKronos) – E’ stato un weekend all’insegna della competizione e del glamour quello che ha accompagnato la settima edizione della WinteRace, la “Superclassica Acisport” organizzata da Alte Sfere che si è svolta lo scorso weekend a Cortina d’Ampezzo.

Uno splendido sole, oltre a regalare panorami suggestivi, ha anche permesso il regolare fluire della gara. Il percorso, diviso in due tappe diurne, è stato lungo 550 km: la prima giornata di gara ha visto protagonista l’Austria/Ősttirol/Carinzia, la seconda, invece, le Dolomiti. L’aspetto sportivo prevedeva 66 prove cronometrate a pressostato/fotocellula e 6 prove di media con 6 rilevamenti segreti. Prove molto tecniche e spettacolari – a detta dei top driver più esperti – che hanno alzato l’asticella del livello sportivo e agonistico della gara, soprattutto tra coloro che si sono contesi il primo posto.

Tra le star di questa edizione che hanno particolarmente colpito il pubblico: la Porsche 550 Spyder RS del 1955 (telaio 550-0031), la Triumph TR3 del 1958 usata da Marcello Mastroianni nel celebre film di Federico Fellini: “La Dolce Vita”, la Lancia Stratos del 1975 e ancora le Lancia Aprilia anteguerra, ma anche la Fiat 1100/103 del 1953, oltre alla vasta presenza di modelli Porsche tra cui un prezioso Pre A, B e C, 911 T, 914. Non sono certo passate inosservate neppure le Porsche moderne, in coda alla gara per la 4th Porsche WinteRace.


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore