Sport


latr318 novembre 20181min110

Venezia, 18 nov. (AdnKronos) – “Purtroppo, quello dell’aggressione agli arbitri è un tema di stretta attualità: assistiamo sempre più a situazioni di una gravità inaudita, stiamo vivendo un clima che va condannato e contrastato efficacemente, ed è un brutto segnale di come crescano i disvalori della nostra società, che sempre meno riconosce le regole, regole che servono per tutelare i più deboli. In questo clima, non posiamo ignorare anche le aggressioni agli insegnanti da parte di genitori di studenti”. Così all’Adnkronos l’assessore regionale veneto allo Sport, Cristiano Corazzari commenta le aggressioni agli arbitri avvenute nei campi di calcio, delle varie categorie, nelle ultime settimane.

Corazzari stigmatizza decisamente le aggressioni “che avvengono sui campi di serie A, che sono devastanti – spiega – dato che i giocatori della massima serie vengono visti dai più piccoli come degli esempi da seguire. Sono gesti che vanno condannati decisamente: le proteste ci stanno, ma nei limiti di un rapporto corretto all’insegna della sportività. Un calciatore professionista non può lasciarsi andare, tanto più che oggi le tecnologie ci permettono di verificare se ci sono stati errori da parte dell’arbitro, e se ve ne fossero di sanzionare lo stesso arbitro”.

Altrettanto critica secondo l’assessore veneto è la questione delle “aggressioni agli arbitri da parte dei genitori di giovanissimi, nelle serie minori”. E per fare educazione, ricorda Corazzari: “La Regione Veneto ha promosso la Carta Etica dello Sport che vuole coinvolgere tutti i soggetti in campo per diffondere i valori dello sport nell’ambito di un sano agonismo, ma sempre nel rispetto delle regole e di chi deve prendere decisioni sul campo, da parte dei giocatori e degli stessi genitori”.



latr318 novembre 20181min100

(AdnKronos) – Una Carta Etica dello Sport che punta a far sì che non succedano più fatti come quello avvenuto nello scorso giugno in Polesine dove un genitore invase un campo da gioco durante una partita di calcio tra ‘pulcini’ per picchiare un bambino, i carabinieri furono costretti a intervenire per sedare gli animi inevitabilmente accesisi tra gli adulti, e la gara fu sospesa. “Ma è questo il valore sociale, formativo ed educativo dell’attività sportiva? Questi e altri gesti vergognosi e incivili che si registrano, purtroppo con frequenza, sui campi di gioco, persino in occasione di tornei giovanili, sono inaccettabili, minano il prezioso e generoso lavoro di tante società e volontari e pertanto vanno non solo stigmatizzati, anche adeguatamente puniti”, stigmatizza Corazzari.

“Nella Carta Etica dello Sport di cui è stata richiesta la sottoscrizione da parte di tutte le associazioni sportive del Veneto, è scritto esplicitamente: ‘Nella loro funzione di spettatori, i genitori e gli accompagnatori in genere dovranno mantenere un comportamento improntato al massimo rispetto degli atleti, degli arbitri e giudici di gara, nonché degli altri spettatori, evitando di esasperare le varie situazioni agonistiche e di trasmetterle ai propri figli impegnati sul terreno di gioco’. Parole che quel genitore farebbe bene a leggere, o meglio, a imparare a memoria”, spiega Corazzari.



latr316 novembre 20181min40

Milano, 16 nov. (AdnKronos) – Il Presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha incontrato oggi nell’ufficio di Milano di Alibaba, Rodrigo Cipriani, Managing Director Italia, Spagna, Portogallo e Grecia del Gruppo Alibaba e Piero Candela, responsabile dello sviluppo di Alipay in Italia, con l’obiettivo di individuare opportunità per lo sviluppo e la promozione del calcio italiano nel mercato cinese.

Il presidente Gravina ha commentato che la Federazione deve aprirsi al mondo, valorizzando il sistema calcio come ponte tra diverse culture. La Cina per storia, attenzione all’Italia e dimensione economica è una chiave fondamentale per la crescita del settore e la collaborazione con le piattaforme globali di Alibaba offre numerose opportunità.

Infatti, Alibaba è tra le principali compagnie tecnologiche globali e leader dell’ecommerce in Cina con oltre 600 milioni di consumatori attivi e Alipay, parte della società affiliata Ant Financial, eroga servizi di mobile smart payment a oltre 900 milioni di utenti in Cina e Asia. Recentemente Alipay ha confermato il suo interesse per il calcio, sponsorizzando per il 2018-2026 le competizioni nazionali dell’Uefa.



latr316 novembre 20182min40

Roma, 16 nov. (AdnKronos) – Un tracciato di 5793 metri che si staglia tra le sabbie e le rocce del Sahara: lo storico Circuito di Monza prende forma nel cuore del deserto. Ogni curva, ogni rettilineo, ogni chicane è stata ricostruita fedelmente in scala 1:1, sia nei raggi di curvatura che nelle distanze, grazie al lavoro di oltre 40 persone tra ingegneri, geometri, tecnici e piloti. Un’opera monumentale che riflette lo spirito della line di campagna “Volere e Potere” e che culmina con un’impresa senza precedenti: guidare la Nuova Bmw X5 su uno dei terreni più ostili del pianeta, come se fosse sul tracciato di Monza.

Una spettacolare prova di forza per dimostrare che oggi il piacere di guidare che solo Bmw sa offrire può spingersi anche fuoristrada, grazie all’innovativo pacchetto xOffroad di cui è equipaggiata la Nuova Bmw X5. Un’auto che, come un vero leader, sa di poter raggiungere qualunque traguardo e lo dimostra. “Volere e potere significa porsi degli obiettivi sempre più alti e ambiziosi -affermano Vincenzo Gasbarro e Luca Scotto di Carlo, creative partners di M&C Saatchi- significa avere la sicurezza che nulla è irraggiungibile, serve solo la volontà di farlo. Volevamo che questa affermazione non rimanesse solo una bella frase, ma che fosse davvero messa in pratica e che fosse la nuova Bmw X5 a farlo. Ancora una volta, abbiamo cercato un’idea semplice e immediata, come quella di prendere un’icona mondiale delle performance e della sportività come il circuito di Monza, e portarlo dove solo una Bmw X5 può arrivare, senza rinunciare al piacere di guidare”.

La sintesi perfetta del “Volere” e del “Potere”. La Nuova Bmw X5 ha raggiunto il circuito di “Monza, Sahara” attraversando l’Europa, in un viaggio a tappe, realizzato in collaborazione con We Are Social, portandola fino a Merzouga, nell’impervio deserto marocchino. L’operazione è stata ideata dall’agenzia M&C Saatchi e prodotta da Utopia ed è on air dal 12 novembre sul sito e sui canali social del brand, supportata da una campagna display.



latr314 novembre 20181min60

Milano, 14 nov. (AdnKronos) – “Restiamo più concentrati che mai sul nostro obiettivo. Le notizie che giungono da altre parti del mondo non devono distrarci, Milano e la Lombardia con Cortina e il Veneto proseguono spedite nel loro lavoro per dimostrare come i nostri territori e le nostre potenzialità siano le migliori per raggiungere il traguardo dell’organizzazione delle Olimpiadi invernali del 2026”. Lo ha dichiarato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana commentando la notizia che nel referendum indetto sull’opportunità o meno della candidatura di Calgary alle Olimpiadi invernali del 2026 i cittadini canadesi hanno bocciato l’idea.



Dicono di noi

Tutti gli aggiornamenti sul nostro territorio e molto altro…


Contattaci

Seguici su facebook

Via Oberdan 119A – Marsala 91025

0923 19 86 890