Sport


latr318 gennaio 20191min180

Cortina (Bl), 18 gen. (AdnKronos) – Domani, sabato 19 gennaio, alle ore 16:00, all’Alexander Hall (in via Marangoni 1) di Cortina d’Ampezzo (Bl), l’assessore al turismo e alla promozione della Regione del Veneto, Federico Caner, parteciperà a una conferenza stampa di presentazione della candidatura di Milano e Cortina a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026.

Insieme a Caner interverranno il sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina, l’assessore allo sport e al turismo del Comune di Milano, Roberta Guaineri, il sottosegretario allo sport della Regione Lombardia, Antonio Rossi.



latr317 gennaio 20192min70

Cortina, 17 gen. (AdnKronos) – Una prova a testa per la norvegese Ragnhild Mowinckel e per l’elvetica Corinne Suter, nella giornata d’apertura del lungo week-end di Coppa del Mondo a Cortina. Con le prime due prove cronometrate si sono aperte le danze su un’Olympia coronata da qualche nube e una leggera nevicata.

Due prove differenti: la prima sul percorso completo, la seconda accorciata alla partenza del superG a causa del peggioramento meteo. Ma due prove che hanno messo in evidenza le favorite: la stessa Mowinckel, che ha staccato il tempo di 1’37″70 nella prova lunga, davanti all’austriaca emergente Tamara Tippler, a 6 centesimi, e alla giovane francese Romane Miradoli, staccata di 39 centesimi, pur con salto di porta. Quinta la tedesca Kira Weidle, atleta in grande crescita di rendimento durante la prima parte della stagione, seguita dall’austriaca Nicole Schmidhofer. Al settimo posto, l’elvetica Corinne Suter, vincitrice della prova corta. Al nono e decimo posto due delle favorite: Ilka Stuhec, apparsa in fase di studio, e Lindsey Vonn, beniamina del pubblico di Cortina, al rientro in Coppa.

La migliore delle azzurre è stata Nadia Fanchini con il 13/o tempo, seguita da Francesca Marsaglia, 21/a, da Federica Brignone, 24/a e da Marta Bassino, 28/a. Oltre il trentesimo posto le altre azzurre, fra cui l’attesa Nicol Delago, capace di salire sul podio per la prima volta in carriera nella gara della Val Gardena. Delago è infatti risalita fino al 14/o posto nella seconda prova, così come è risalita Nadia Fanchini, nona. Entrambe hanno mostrato di avere ancora margine di miglioramento per le gare. Detto di Corinne Suter al vertice della prova accorciata, le migliori sono state, Cornelia Huetter, austriaca al rientro alle gare, e Ilka Stuhec, che si candida come una delle principali favorite. Non ha preso il via nella seconda prova Lindsey Vonn, che centellina l’impegno agonistico per ritrovare il miglior feeling.



latr317 gennaio 20191min80

(AdnKronos) – Venerdì, la prima discesa del programma, con partenza alle ore 12, che sarà il recupero della gara cancellata la scorsa settimana a St. Anton, in Austria. Il meteo prevede un po’ di neve fino a giovedì sera, ma un netto miglioramento per la mattinata di venerdì e quindi la gara dovrebbe svolgersi nelle condizioni più regolari.

Atlete entusiaste per la nuova zona d’arrivo, la già denominata “terrazza di Rumerlo”, e per le nuove strutture di accoglienza in pista e fuori. È atteso il pubblico delle grandi occasioni.Le gare di sabato e domenica saranno trasmesse in chiaro da Rai 2, per il territorio italiano.

Parola alle protagoniste: Ilka Stuhec ha sottolineato: “Non sono completamente soddisfatta delle mie prove, ma siamo ancora alle prove. La pista è bella, c’è ancora un po’ di neve qua e là, ma il mio feeling è buono e sono convinta che sarà una bella gara domani”.



latr317 gennaio 20191min80

(AdnKronos) – Lindsey Vonn ha spiegato: “E’ stato fantastico ritornare al cancelletto, ero anche un po’ nervosa, avevo un paio di farfalle nello stomaco. Ho fatto qualche errore, ma tutto sommato sono abbastanza positiva”.

Nicol Delago ha detto: “Mi sono sentita meglio nella seconda prova e adesso voglio lavorare su questa in vista della gara. Cerco di continuare a concentrarmi sulla prestazione e di cercare in ogni gara di dare il massimo”.

Secondo Nadia Fanchini: “Se si prendono le linee giuste la pista è molto bella. La neve è abbastanza facile e non ci sono problemi particolari: si può spingere. Le modifiche non hanno cambiato troppo la discesa, per quanto mi riguarda non ho sentito grosse variazioni”.

E Federica Brignone ha concluso: “Ci sono tratti molto belli e abbastanza facili. La neve è ancora un po’ soffice, ma probabilmente domani sarà migliore. Mi sono trovata bene, ma non facevo discesa da più di un mese e ho fatto i miei errori. È cambiato tutto e penso che il parterre sia fantastico perché c’è l’opportunità di arrivare in mezzo ad un’arena piena di pubblico”.



latr316 gennaio 20191min120

Roma, 16 gen. (AdnKronos) – “Non è successo nulla. Higuain ieri aveva 38,5 di febbre. E’ sfortunato. Ho fatto di tutto per recuperarlo. Volevo mettere in campo un giocatore fresco. Sembra una barzelletta. Quando è venuto il principe a salutarci non ho voluto io che ci fosse perché c’era il rischio che potesse contagiare gli altri giocatori”. Così il tecnico del Milan, Rino Gattuso ai microfoni della Rai al termine della partita di Supercoppa vinta dalla Juventus.

Rispondendo ad una domanda sul fatto che potesse essere l’ultima partita di Gonzalo Higuain con la maglia del Milan, Gattuso non si sbilancia. “Sinceramente mi brucia lo stomaco. Non sto pensando a cosa può succedere. Ho 25 giocatori a cui pensare. Per ora ci lecchiamo le ferite. C’è grande amarezza. Domani vedremo cosa succederà”.

Contro la Juve “ci abbiamo provato”, sottolinea Gattuso. “Devo fare grandissimi complimenti alla mia squadra e avevo detto che la partita sarebbe stata come scalare una montagna. Poi gli episodi giudicate voi”. L’espulsione di Kessié, aggiunge, “ci sta, però se abbiamo la tecnologia usiamola”. Comunque il Milan, conclude ha “pregi e difetti ma abbiamo messo in campo carattere. Abbiamo tenuto bene il campo e lottato contro una grandissima squadra. Resta la prestazione. C’è rammarico e amarezza”.