Ultime News


latr321 gennaio 20191min20

Venezia, 21 gen. (AdnKronos) – In Veneto nel 2018 aumenta il numero di richieste di credito delle famiglie, ed in particolare le richieste di nuovi mutui e surroghe hanno fatto registrare un aumento del +3,2% rispetto all’anno 2017, in controtendenza rispetto alla flessione registrata a livello nazionale che è risultata essere pari a -0,6%.

Lo sottolinea l’ultimo aggiornamento del Barometro CRIF – che rileva in modo puntuale l’andamento delle richieste di prestiti e mutui da parte delle famiglie (vere e proprie istruttorie formali, non semplici richieste di informazioni o preventivi online) interrogate su EURISC – il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi ad oltre 85 milioni di posizioni creditizie – mette in evidenza una sostanziale crescita delle richieste di credito da parte delle famiglie italiane nell’anno 2018 appena concluso.

A livello provinciale, si rileva una crescita abbastanza generalizzata con gli incrementi più consistenti a Treviso (+5,3%), Padova (+4,1%) e Venezia (+3,5%). L’unica provincia che si è caratterizzata per una contrazione delle richieste è stata Rovigo, con un -1,5%. Relativamente agli importi medi richiesti, invece, si registra un aumento complessivo rispetto alla precedente rilevazione del 2017. La provincia di Verona guida la classifica regionale con 136.533 Euro mediamente richiesti, seguita da Padova (127.918 Euro) e da Treviso (126.717 Euro). Il valore medio più contenuto, al contrario, è quello richiesto nella provincia di Rovigo, con 105.179 Euro.



latr321 gennaio 20191min10

Venezia, 21 gen. (AdnKronos) – Nella serata di ieri i militanti di Forza Nuova hanno affisso uno striscione riportante la scritta ‘No moschea’, davanti ad un edificio di Marghera. L’immobile da qualche tempo ospiterebbe il luogo di ritrovo e di preghiera della comunità islamica di Venezia.

“Il caso fu sollevato dai media solo pochi mesi fa, quando il presidente della comunità islamica dichiarò alla stampa che era stato acquistato un edificio che, una volta ristrutturato, a suo dire avrebbe ospitato i 25 mila fedeli residenti nel Comune di Venezia, e tutti coloro, turisti e non, che arrivano giornalmente nella città lagunare; nell’occasione era stato fatto un appello affinché le autorità competenti non ostacolassero l’operazione”, spiega Forza Nuova in una nota.

Forza Nuova, con questa affissione, “vuole esprimere la sua contrarietà a questa presenza, e chiede ad enti ed autorità competenti se la struttura abbia o no, tutti i requisiti di legge e le autorizzazioni necessarie. A tal proposito verrà presentata una formale richiesta”. Rudi Favaro, responsabile provinciale di Forza Nuova sottolinea: “il nostro movimento politico chiede inoltre perché non sia stato indetto un referendum tra i cittadini, visto che comunque il luogo di culto, è ubicato in un’area commerciale, quella del Panorama, molto frequentata dai cittadini e dalle famiglie di Mestre e Marghera.”.



latr321 gennaio 20191min60

Vicenza, 21 gen. (AdnKronos) – Tragedia familiare ieri sera a Bolzano Vicentino. Una mamma di 42 anni in un raptus di follia ha scaraventato violentemente a terra la sua bambina di tre giorni. Subito dopo la donna si sarebbe ferita al collo con un coltello. Sul posto sono intervenuti i sanitari del Suem 118 e i Carabinieri di Thiene.

I sanitari hanno portato urgentemente la neonata e la madre all’ospedale “San Bortolo” di Vicenza. La neonata è stata ricoverata in terapia intensiva pediatrica, mentre la donna è stata curata per la ferita al collo. Purtroppo, qualsiasi tentativo di salvare la piccola è stato vano: è morta in ospedale. La donna è attualmente ricoverata nel reparto di psichiatria dell’ospedale e piantonata dai carabinieri.



latr321 gennaio 20191min50

Palermo, 21 gen. (AdnKronos) – “Ma quali soccorsi? I migranti che vengono riportati in Libia non sono stati soccorsi, questi sono dei veri e propri respingimenti che sono vietati per legge dalla Convenzione di Ginevra”. Lo ha detto all’Adnkronos Veronica Alfonsi, coordinatrice della sede italiana di Proactiva Open Arms parlando degli ultimi avvenimenti nel Mediterraneo. “L’Europa ha dato soldi alle milizie armate libiche per prendere persone a portarle indietro in Libia”, prosegue Alfonsi.

“Mi sembra che questa vicenda sia servita a riportare la questione sulla giusta strada – dice ancora Alfonsi – Finora nessuno si è posto il problema. Possiamo affidare a un paese come la Libia il coordinamento dei soccorsi? L’europa liberale e democratica può permettersi di fare degli accordi con uno Stato come la libia e di dare dei soldi, di finanziarli? Di consegnare delle motovedette?”. Alfonsi parla di una “Guardia costiera libica che in realtà non esiste – dice – e invece gli viene affidato il coordinamento dei soccorsi”.

“Ricordiamoci che le persone fuggono dai centri di detenzione della Libia – aggiunge Alfonsi – l’ultimo rapporto Onu ci racconta cosa accade in quei centri di detenzione. Noi lo sappiamo perché vediamo sui loro corpi quello che succede sui loro. Preferiscono gettarsi in acqua piuttosto che tornare in Libia”.



latr321 gennaio 20191min80

Washington, 21 gen. (AdnKronos/dpa) – Tony Mendez, l’ex agente della Cia noto per aver fatto uscire dall’Iran nel 1980 una gruppo di ostaggi americani, è morto all’età di 78 anni. La sua vicenda aveva ispirato il film ‘Argo’, diretto e interpretato da Ben Affleck. Il segretario di Stato Mike Pompeo in un tweet ha reso omaggio a Mendez, definito “eroe americano” e “funzionario dell’intelligence di straordinario talento”. La vicenda degli ostaggi usa in Iran, ha scritto Pompeo, è stato “solamente uno dei suoi tanti successi”.

Dopo aver lasciato la Cia nel 1990, Mendez scrisse tre libri che raccontavano le sue esperienze all’interno dell’agenzia di intelligence. Anche Affleck ha reso omaggio all’ex agente Cia, che “non cercò mai la ribalta per le sue azioni, ma volle solamente servire il suo Paese”. Mendez si è spento nelle prime ore di domenica a causa del morbo di Parkinson, riferisce un comunicato della famiglia, diffuso dal suo agente letterario, Christy Fletcher.