Ultime News


latr318 novembre 20181min140

Valencia, 18 nov. – (AdnKronos) – Andrea Dovizioso trionfa sotto la pioggia nel Gp di Valencia, ultima gara del mondiale MotoGp. Il forlivese della Ducati, al dodicesimo successo nella classe regina, si impone in una corsa ad eliminazione davanti agli spagnoli Alex Rins con la Suzuki e Pol Espargaro su Ktm. Valentino Rossi (Yamaha) scivola a quattro giri dalla fine quando è secondo per poi riprende e chiudere 13°. Quarto posto per Michele Pirro con la Ducati che si lascia alle spalle lo spagnolo della Honda Dani Pedrosa, alla sua ultima gara in carriera, e il giapponese Takaaki Nakagami (Honda).

Gara divisa in due per la che si abbatte sul circuito ‘Ricardo Tormo’ e che causa le scivolate senza conseguenze degli spagnoli Marc Marquez (Honda) e Maverick Vinales (Yamaha) e degli italiani Andrea Iannone (Suzuki) e Danilo Petrucci (Ducati). La seconda metà di gara riprende con Rins al comando davanti a Dovizioso e Rossi, il ducatista si porta quasi subito al comando scavalcando il portacolori della Suzuki, superato anche dal ‘dottore’ che prova a restare in scia a Dovizioso. A quattro giri dalla fine però il 39enne pesarese scivola vanificando un podio sicuro. Nella classifica del mondiale Marquez è primo con 321 punti, davanti a Dovizioso con 245 e a Rossi con 198.

“E’ stata una gara difficile, pazzesca. Avevo un buon ritmo ma la pista era scivolosa per la pioggia e sono felice di non essere caduto”. Andrea Dovizioso commenta così il suo successo nel Gp di Valencia, ultima prova del mondiale MotoGp. “Dopo l’interruzione ho apportato qualche cambiamento e montato gomme nuove, sono riuscito a spingere quando volevo ed è stato troppo per i miei avversari, sono felice di aver chiuso la stagione così”, conclude il forlivese della Ducati.



latr318 novembre 20181min100

Valencia, 18 nov. – (AdnKronos) – La gara della MotoGp di Valencia è stata interrotta dopo 14 dei 27 giri previsti per la pioggia che si è abbattuta copiosa sul circuito ‘Ricardo Tormo’. Al momento dello stop al comando della corsa c’era lo spagnolo della Suzuki, Alex Rins, davanti ad Andrea Dovizioso con la Ducati e a Valentino Rossi con la Yamaha, autore di una spettacolare rimonta dalla 16esima posizione di partenza. Tante le cadute, tra queste quella del campione del mondo, lo spagnolo della Honda, Marc Marquez e del suo connazionale, Maverick Vinales (Yamaha).



latr318 novembre 20181min170

Valencia, 18 nov. – (AdnKronos) – La gara della MotoGp di Valencia è stata interrotta dopo 14 dei 27 giri previsti per la pioggia che si è abbattuta copiosa sul circuito ‘Ricardo Tormo’. Al momento dello stop al comando della corsa c’era lo spagnolo della Suzuki, Alex Rins, davanti ad Andrea Dovizioso con la Ducati e a Valentino Rossi con la Yamaha, autore di una spettacolare rimonta dalla 16esima posizione di partenza. Tante le cadute, tra queste quella del campione del mondo, lo spagnolo della Honda, Marc Marquez e del suo connazionale, Maverick Vinales (Yamaha).



latr318 novembre 20182min100

Roma, 18 nov. (AdnKronos) – Gli italiani pagano in media la benzina l’11,4% in più rispetto ai francesi che invece possono risparmiare oltre 9 euro (9,4) a ogni pieno, mentre sul diesel lo scarto è della metà, pari a 5,36% e 4,4 euro al litro di minori costi sempre a favore dei cugini d’Oltralpe. E’ quanto emerge da un’analisi dell’Unione europea delle cooperative Uecoop su dati Globalpetrolprices.com in relazione alle .

Le proteste sono arrivate dopo che il governo di Parigi ha annunciato l’aumento delle tasse sul gasolio per 6,5 centesimi al litro e quelle della benzina per 2,9 centesimi a partire dal primo gennaio prossimo. “Ma anche con questi rincari -spiega Uecoop- i carburanti francesi saranno, seppur di pochi centesimi, più convenienti di quelli italiani che rimangono ancora purtroppo quelli in media più cari al mondo con la benzina a 1,65 euro al litro e il diesel a 1,56 euro al litro, pur con differenze fra nord e sud, fra pompe private e quelle dei grandi marchi dell’energia”.

Un salasso quotidiano per famiglie e imprese in un Paese dove circolano oltre 41,6 milioni di veicoli fra camion, furgoni, auto e bus, secondo un’elaborazione Uecoop su dati Unrae.

Secondo l’Unione Europea delle Cooperative, “a subire gli effetti del caro benzina sono tutti i comparti dove operano anche le 80mila cooperative presenti in Italia: dai trasporti alla meccanica, dalla farmacia all’elettronica, dagli alimentari ai servizi di assistenza agli anziani e ai disabili con i trasporti e i servizi a domicilio”. “L’aumento della spesa energetica ha un doppio effetto negativo perché -spiega Uecoop- riduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumenta anche i costi delle imprese”. “L’alto livello dei prezzi dei carburanti rispetto alla grande maggioranza degli altri Paesi europei è sempre stato uno degli elementi di svantaggio competitivo per l’economia dell’Italia dove l’88% delle merci viaggia su gomma”, scandisce infine l’associazione.



latr318 novembre 20181min80

Milano, 18 nov. (AdnKronos) – Un uomo di 64 anni è stato denunciato dalla polizia di Milano per aver ripetutamente minacciato e maltrattato la moglie, con cui si sta separando, arrivando a bruciarle la porta di casa.

Gli agenti sono intervenuti la scorsa notte, intorno a mezzanotte e mezza, nel quartiere Stadera, contattati dai vigili del fuoco. Qui, trovano la porta bruciata dell’appartamento e la vittima, 58 anni, che racconta loro quanto accaduto durante la giornata. Il marito, che è in cura psichiatrica e ha problemi di salute (deve muoversi portando le bombole d’ossigeno con sè), le aveva rubato la macchina, poi ritrovata dai carabinieri, e le aveva inviato diversi messaggi dal contenuto minatorio mentre si trovava nei pressi della casa. Qui, aveva provato una prima volta a bruciare la porta di casa usando come combustibile le sue bombole di ossigeno, per poi scappare.

La sera, appena rincasata, la donna se lo era trovato sul pianerottolo con in mano un coltello e una tanica contenente candeggina mescolata a benzina: nonostante lo spavento, riesce a chiudersi in casa e a proteggersi prima che il marito le versi addosso la miscela, con cui dà fuoco alla porta. Gli agenti lo rintracciano alle 4.30 in una sala slot. L’uomo è ricoverato e indagato per incendio doloso, danneggiamento, minaccia aggravata e maltrattamento in famiglia.



Dicono di noi

Tutti gli aggiornamenti sul nostro territorio e molto altro…


Contattaci

Seguici su facebook

Via Oberdan 119A – Marsala 91025

0923 19 86 890