Libri: #ioleggoperché, fino a domenica per donare un libro alle scuole

25 Ottobre 20181min1400

Milano, 25 ott. (AdnKronos) – C’è ancora tempo fino a domenica 28 ottobre per donare un libro a una scuola grazie a #ioleggoperché, il grande progetto di solidarietà a favore delle biblioteche scolastiche. Sulla scia dell’ondata di iscrizioni da parte di oltre 9.000 scuole, che si traducono in 95.542 classi e oltre 2milioni di bambini, e 2.130 librerie su tutto il territorio nazionale, la ‘9-giorni di solidarietà’ #ioleggoperché, iniziata il 20 ottobre scorso per chiudersi domenica 28 ottobre prossimo, vede in questi giorni animarsi le librerie aderenti grazie a circa 700 eventi, con un’affluenza elevatissima di persone sensibili al tema. Sarà un fiorire di originali iniziative a cura degli studenti e di incontri con gli autori e i testimonial dell’iniziativa, ispirati dagli ambassador 2018 Rudy Zerbi e Luciana Littizzetto che hanno dato il via alla festa.

A chi si recherà in libreria per donare un libro a una biblioteca scolastica negli ultimi giorni di campagna potrà capitare così di incontrare autori e personaggi noti quali Gianluigi Nuzzi, Giulio Guidorizzi, Kekko Silvestre dei Modà, Luca Bianchini, Michele Bravi. E poi ancora Luca Perri, Iolanda Sweets, Corinne Mantineo, Federica Bosco e Cristina Caboni, Silvia Zucchi, Silvia Ziche e Carlo Calenda.

#ioleggoperché, dopo la campagna donazioni, prevede il ritiro dei libri donati dai cittadini da parte delle scuole presso le librerie e l’assegnazione, con il supporto di Siae, di 10 buoni da 1500 euro per l’acquisto di libri alle scuole vincitrici del concorso 2018; successivamente, entro marzo 2019, il contributo dei 100.000 libri donati dagli editori verrà ripartito e distribuito attraverso le librerie tra le scuole che ne avranno fatto richiesta sul sito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate