Volley A/2 . La Sigel Marsala vince al PalAltoGusto di Olbia

31 Marzo 20193min150
Si aprono le porte per l’ipotesi “ripescaggio”

La Sigel Marsala vince per 3-0 contro il  Volley Hermaea . Tre i set disputati al PalAltoGusto di Olbia, dove le padroni di casa di coach Michelangelo Anile non avevano più nulla da chiedere al campionato, eccetto che cercare di salutare in modo dignitoso i propri tifosi  e alleviare lo scotto della retrocessione.

Propositi delle isolane che la Sigel Marsala Volley ha spazzato via dalla conquista dell’incontro in oggetto (bellissimo ed emozionante il terzo e ultimo parziale che s’è protratto ai vantaggi dopo che Marsala aiutato da Sharon Luzzi, colpo su colpo, ha annullato ben quattro palle set sulla situazione di gioco del 24-20, ndr). Che la compagine del presidente Alloro voleva a tutti i costi far proprio, indipendentemente dalla gara del “PalaCesari” e vale a dire, Cuore di Mamma Cutrofiano-Eurospin Ford Sara Pinerolo. Qui riepilogata la progressione set: [20/25;18/25;25/27]. Settimo acuto su otto totali e, dopo l’esterna in Sardegna, infilato il terzo successo “pieno” di fila (Pinerolo e Baronissi in casa e Olbia fuoricasa).

Le sigelline, prima della disputa di questa 4^ e ultima giornata di ritorno, tra le mani avevano poche combinazioni, a dir poco complesse (visto e considerato la posizione di classifica consolidata di Pinerolo vincente nel penultimo turno domenica scorsa contro uno “spento” Sassuolo) per centrare la quartultima piazza all’ottava e conclusiva giornata di serie A2 dell’appendice “Salvezza”. Il campo ha emesso il verdetto che Cutrofiano è la squadra che si è guadagnata la permanenza nella categoria ai danni di Marsala. Sono rimaste intatte infatti quelle tre lunghezze tra pugliesi e sicule anche a torneo concluso.

Il loro dovere staff e giocatrici lo hanno fatto fino in fondo. Onore e merito alle ragazze di coach Aiuto che, trovati i giusti assetti di gioco, avendo riscontrato la crescita di Cosi, le conferme a suon di punti di Taborelli e capitan Angeloni e incastonato il tassello giusto con l’innesto della americana Schwan che ha donato equilibrio e sicurezza di squadra e una soluzione in più alla regista Avenia, si sono rese protagoniste di una cavalcata senza eguali nella seconda fase che per poco e all’ultima curva, non ha restituito la giusta ricompensa a un gruppo capitanato magistralmente dalla veterana Veronica Angeloni. 19 sui 21 punti racimolati nella Pool complessivamente sono grandi numeri. Nessun sestetto tra gli altri sette ha saputo fare meglio della Sigel che aveva comunque, a dirla tutta, pressione e il dovere di inseguire, dopo la nefasta regular-season dove ha portato dietro di sè solo i due punti nel match inaugurale contro IPAG S.lle Ramonda Montecchio.

Adesso, archiviata per il sodalizio azzurro pure la seconda partecipazione nella seconda serie nazionale, si aprono le porte per l’ipotesi “ripescaggio”, in quanto prende quota e corpo un campionato di A2 2019/’20 (in questo caso si tornerebbe al format tradizionale) a girone unico composto da venti formazioni.

Tabellino. Volley Hermaea Olbia-Sigel Marsala Volley: 0-3 [20/25;18/25;25/27]

Volley Hermaea Olbia: Barazza 7, Fiore 15, Hurst 8, Taje’ 9, Bacciottini 1, Maruotti 7, Modena (L), Giometti, Mele. n.e.: D’Elia, Padula. Coach: Anile; vice: Pedone​

Sigel Marsala Volley: Angeloni 13, Gabrieli 7, Taborelli 5, Schwan 12, Cosi 4, Avenia 1, Ameri (L), Luzzi 7, Salvestrini 2, Vaccaro, Turla’. n.e.: Donarelli. Coach: Aiuto; vice: Amadio.

Arbitri: Serena Salvati di Roma e Maurizio Merli di Terni

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore