Preside marsalese arrestata per peculato dai Carabinieri di Imperia

14 Aprile 20191min7630
La marsalese è' stata portata in carcere a Pontedecimo in attesa di essere ascoltata dal gip

Anna Maria Zappulla marsalese di 62 anni e preside l’istituto scolastico Ipsia Marconi di Imperia è stata arrestata dai carabinieri in flagranza del reato di peculato.
L’arresto sarebbe avvenuto al rientro da una gita in Costa Azzurra della preside, dove si era recata con l’auto di servizio, ossia una Toyota Corolla, che sarebbe stata utilizzata per finalità private.
La dirigente è stata fermata in compagnia di alcuni familiari, precisamente, dopo la frontiera di Ventimiglia. La 62enne non sarebbe stata in grado di giustificare ai militari il suo viaggio in Francia con l’auto di servizio e né per i militari la dirigente aveva “alcuna motivazione riconducibile all’attività lavorativa svolta”.
L’indagine, iniziata su una segnalazione del corpo docente e amministrativo della scuola di Imperia, ha consentito ai Carabinieri di “acclarare l’abitualità della condotta, facendo emergere il pieno uso per finalità private di un bene di cui la preside aveva la disponibilità”, ma “per i soli fini connessi al suo ruolo”. I militari nel mese di marzo, coordinati dalla Procura di Imperia, avevano disposto appostamenti, intercettazioni telefoniche e ambientali, che avrebbero consentito di documentare l’uso improprio dell’autovettura scolastica da parte della preside.
Anna Maria Zappulla, finita in manette per peculato,  dirige oltre l’Ipsia anche l’Istituto Colombo e il Centro Levante a Sanremo.
La marsalese è’ stata portata in carcere a Pontedecimo in attesa di essere ascoltata dal gip.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 210 del 18 gennaio 2018 – Registrata presso il tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Mariella Ballatore