Campobello di Mazara, morto il boss Nardo Bonafede

22 Novembre 20201min1890

Era conosciuto come lu “Zu Nardu”, ed era il capomafia della famiglia di Campobello di Mazara, dopo la morte di Nunzio Spezia. Leonardo Bonafede, è morto per cause naturali nella propria abitazione dove si trovava agli arresti domiciliari in gravi condizioni di salute. Il Questore di Trapani ha vietato i funerali in forma pubblica. Il fine pena era fissato per il 2023 in virtù dell’ultima condanna a 14 anni di carcere, conseguente al suo ultimo arresto, avvenuto nel 2011 nell’ambito del blitz ‘Campus Bellì assieme ai vertici della famiglia campobellese.
Già nel 2003 Bonafede era stato condannato definitivamente per mafia a 12 anni, scontati nella casa circondariale di Lecce. Bonafede era stato indicato dai collaboratori di giustizia Pietro Bono, Antonino Patti, Pietro Scavuzzo, Rosario Spatola e Vincenzo Sinacori come il “reggente” della famiglia.
Nel corso degli anni gli inquirenti hanno sequestrato alcune società del settore oleario, intestate a dei prestanome tracciando il suo ruolo e il suo sistema. Nel 2010 gli furono sequestrati alcuni beni, che in parte, nel 2012, furono restituiti alla sua famiglia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Paolo Di Girolamo