Funerali Arturo di Modica: camera ardente visitata da tantissime persone, esponenti della cultura, dell’arte e della politico

22 Febbraio 20213min950

Una folla commossa ha partecipato a Vittoria ai funerali di Arturo di Modica, lo scultore siciliano che per tanti anni ha vissuto a New York dove ha realizzato la sua opera più famosa, il “Toro che ringhia”, il Charging Bull, potente simbolo di ripartenza a Wall street, all’epoca in piena recessione finanziaria. A Vittoria oggi è stato proclamato il lutto cittadino. La camera ardente è stata visitata da tantissime persone, esponenti della cultura, dell’arte e del mondo politico. Tra gli amici che hanno reso omaggio all’artista anche il maestro pasticcere Nicola Fiasconaro, che ha rivelato un progetto al quale stava lavorando con lo scultore: “Ho avuto l’onore di condividere con lui – ha ricordato – emozioni, affetto e grandi sogni, come quello di realizzare, utilizzando il cioccolato di Modica, l’opera che lo ha reso celebre nel mondo, il Toro. Un progetto che da anni ci vedeva impegnati e che mi impegnerò a realizzare per farlo diventare realtà”. L’idea, ha spiegato Fiasconaro, darà vita ad una creazione ambiziosa e scenografica, che vedrà la luce non appena la generale situazione sanitaria ne consentirà la messa a punto in totale sicurezza.
Tra le altre iniziative anche la proposta di intitolare all’artista scomparso la piazza dove è stato collocato il “Cavallo ipparino”, l’opera realizzata da Di Modica nella sua città e inaugurata alcuni anni fa, dopo il suo rientro a Vittoria dagli Stati uniti. (ANSA).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Paolo Di Girolamo