Incendiata tomba sorelle Napoli di Mezzojuso, ‘Gesto vigliacco’

12 Giugno 20221min15
<div>(Adnkronos) - Data alle fiamme la tomba della famiglia della sorelle Napoli di Mezzojuso, nel palermitano. Oggi le tre sorelle, Irene, Anna e Ina Napoli, nel giorno in cui si vota a Mezzojuso, hanno trovato la tomba di famiglia danneggiata con il fuoco. Ignoti hanno cosparso del liquido infiammabile la tomba, appiccando poi il fuoco. "Le mie assistite sono sbalordite e traumatizzate per il gesto vigliacco di profanazione, ma se questo messaggio vuole essere un “salto di qualità” dopo l’ondata dei danneggiamenti dei terreni lo respingono con fermezza al mittente", dice all'Adnkronos l'avvocato Giorgio Bisagna, legale delle tre sorelle. Non è la prima volta che le tre sorelle ricevano delle intimidazioni. In passato, da quando hanno avuto il coraggio e la forza di denunciare le violenze, le minacce e i raid da parte della cosiddetta “mafia dei pascoli”, hanno ricevuto altre intimidazioni.</div>
(Adnkronos) – Data alle fiamme la tomba della famiglia della sorelle Napoli di Mezzojuso, nel palermitano. Oggi le tre sorelle, Irene, Anna e Ina Napoli, nel giorno in cui si vota a Mezzojuso, hanno trovato la tomba di famiglia danneggiata con il fuoco. Ignoti hanno cosparso del liquido infiammabile la tomba, appiccando poi il fuoco. “Le mie assistite sono sbalordite e traumatizzate per il gesto vigliacco di profanazione, ma se questo messaggio vuole essere un “salto di qualità” dopo l’ondata dei danneggiamenti dei terreni lo respingono con fermezza al mittente”, dice all’Adnkronos l’avvocato Giorgio Bisagna, legale delle tre sorelle. Non è la prima volta che le tre sorelle ricevano delle intimidazioni. In passato, da quando hanno avuto il coraggio e la forza di denunciare le violenze, le minacce e i raid da parte della cosiddetta “mafia dei pascoli”, hanno ricevuto altre intimidazioni.

© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate