Tentano la fuga dopo il furto al centro commerciale e speronano la macchina dei Carabinieri: due malviventi arrestati con la refurtiva in macchina

1 Dicembre 20233min0
3. FOTO Misterbianco 2 arresti (CC Tenenza Misterbianco)

È durata poco la fuga di due pregiudicati catanesi di 44 e 45 anni, che la scorsa mattinata, dopo aver fatto razzia in alcuni negozi di un grande centro commerciale di Misterbianco, sono scappati a bordo di una Panda. I due infatti, sono stati rapidamente intercettati dai Carabinieri della Tenenza, che li hanno bloccati e arrestati per “furto aggravato in concorso” e “resistenza a pubblico ufficiale”, nonostante il loro ultimo tentativo di sottrarsi alla cattura, speronando la “gazzella” dei Carabinieri. Erano le 15:00 circa, quando un equipaggio della Tenenza Carabinieri di Misterbianco, nel corso di un servizio perlustrativo finalizzato alla prevenzione dell’illegalità diffusa e dei reati contro il patrimonio, per garantire una cornice di sicurezza a commercianti ed avventori, è stato informato dalla Centrale Operativa di una telefonata pervenuta al 112 da parte dell’addetto alla vigilanza di un noto negozio di bricolage situato all’interno di un centro commerciale della zona, che segnalava un furto in atto. Giunti sul posto in una manciata di minuti, i Carabinieri hanno preso contatti con la guardia giurata, che ha subito mostrato agli operanti le registrazioni video ove erano evidenti le modalità del furto. Si vedeva, infatti, un uomo di bassa statura, con la barba e un maglione scuro, che dopo aver nascosto due trapani demolitori di una nota marca all’interno di una borsa, dal valore di 1.500 €, una volta giunto alle casse, veniva sorpreso dall’attivazione del sistema antitaccheggio, decidendo di abbandonare la refurtiva sul pavimento e scappando a gambe levate prima dell’arrivo del vigilantes. I Carabinieri a quel punto, nel tentativo di rintracciare il soggetto, hanno quindi visionato il sistema di videosorveglianza dell’intero centro commerciale, accorgendosi che dopo la fuga, il malvivente aveva raggiunto un complice che lo attendeva nel piazzale, alla guida di una Fiat Panda di colore azzurro. Chiarito il percorso, sono scattate le ricerche dei due uomini, che ignari della velocità dell’intervento dei Carabinieri, hanno continuato a girare all’interno del parcheggio dell’area commerciale, evidentemente per cercare di mettere a segno un altro colpo. Tuttavia, le loro pessime intenzioni sono state interrotte sul nascere dai militari dell’Arma, che una volta riconosciuto il ladro del negozio di bricolage sulla Panda azzurra, gli hanno intimato l’alt. A quel punto il malvivente, avendo compreso di essere stato scoperto, è quindi disceso dal veicolo per scappare a piedi, mentre il conducente ha invece iniziato a sfrecciare nel parcheggio, zigzagando tra le decine di avventori che affollavano la zona. Entrambi i tentativi di fuga sono stati velocemente neutralizzati dai Carabinieri, che si sono divisi riuscendo ad intercettare sia il ladro appiedato, dopo alcune centinaia di metri, sia l’autista dell’utilitaria, che nell’ultima speranza di farla franca, ha speronato la “gazzella”, fortunatamente non causando danni agli operanti. All’interno dell’abitacolo del veicolo, i militari hanno trovato due confezioni regalo pieni di creme e bagnoschiuma di un noto negozio di prodotti per la persona, oltre a strumenti da scasso come pinze e cesoie.  Dall’esame di ulteriori immagini delle telecamere di videosorveglianza, i Carabinieri hanno infatti accertato come il ladro, prima di tentare il colpo nel negozio di bricolage, fosse passato in una profumeria da dove aveva rubato le due confezioni regalo, passando inosservato. La coppia è stata posta a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto, disponendo per entrambi la sottoposizione alla misura cautelare degli arresti “domiciliari”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate