Dal cuore di Londra alla Sicilia: una missione per salvare i randagi con OIPA Partanna

10 Luglio 20243min0
1000109151

La scorsa settimana, il comune siciliano di Partanna ha accolto due giovani e intraprendenti blogger, Mollie e Hugo, giunti da Londra grazie all’iniziativa dell’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) con il delegato Andrea La Commare, per una missione speciale: aiutare i randagi presenti sul nostro territorio. Questa collaborazione ha dato vita a due giorni intensi e commoventi, dedicati al benessere e alla cura degli animali abbandonati, in cui i due giovani inglesi hanno potuto percepire il duro lavoro quotidiano che la sezione OIPA di Partanna svolge concretamente ormai da diversi anni.
Guidati dai volontari, Mollie e Hugo hanno potuto fare qualche carezza e conoscere gli animali randagi gestiti dall’OIPA di Partanna nei propri rifugi per cani e gatti costruiti con fatica, coraggio e determinazione. Il tour solidale ha incluso anche i numerosissimi randagi presenti sulle strade ed il Canile Comunale di Partanna in cui sono attualmente presenti circa 100 cani tra cui alcuni cuccioli barbaramente abbandonati sul territorio qualche settimana fa.Durante la visita, Mollie e Hugo hanno documentato le difficoltà quotidiane che i volontari di OIPA Partanna affrontano per soddisfare le esigenze degli animali che gestiscono. Partecipando attivamente alle operazioni quotidiane, i due ragazzi hanno offerto il loro supporto e hanno osservato da vicino il lavoro instancabile dei volontari, le loro riprese effettuate nei vari rifugi serviranno per promuovere le adozioni ed alcuni progetti sul lungo termine scaturiti da questo incontro. Un momento particolarmente toccante è stato il salvataggio di due cuccioli, ribattezzati Mollie e Hugo in onore degli ospiti, portati immediatamente dal veterinario per le cure necessarie. Questa esperienza ha permesso ai due importanti blogger di comprendere l’importanza del trattamento antiparassitario e delle vaccinazioni per la protezione degli animali dalle malattie infettive.L’impegno dei due giovani porterà sicuramente una maggiore visibilità ai randagi di Partanna e dei territori limitrofi che incontrano l’amore e le attenzioni dei volontari dell’OIPA, attirando l’attenzione internazionale sulla piaga del randagismo presente delle nostre parti. Grazie al loro intervento, i cani del Canile Comunale e i randagi presenti sul territorio avranno una maggiore possibilità di essere adottati e poter vivere un futuro dignitoso per degli esseri senzienti che provano dolore e felicità proprio come gli esseri umani. L’OIPA Partanna è attiva sul territorio da oltre quattro anni, impegnandosi strenuamente nella difesa dei diritti degli animali. Ogni settimana, i volontari recuperano decine di animali, salvando ogni anno centinaia di cani e gatti dalla sofferenza o addirittura dalla morte. Grazie ai loro sforzi, molti di questi animali trovano nuove famiglie, abbandonando per sempre i pericoli della strada e contribuendo a prevenire l’aumento del  fenomeno del randagismo. Le iniziative poste in essere dalla delegazione OIPA Partanna per ridurre il fenomeno del randagismo sono molteplici, ricordiamo per esempio la campagna di microchippatura e sterilizzazione  avviata lo scorso 26 agosto in occasione della Giornata Mondiale del Cane celebrata con il patrocinio del Comune di Partanna. Purtroppo però, nonostante l’impegno costante dei volontari OIPA, il randagismo rimane un problema persistente a Partanna e nei paesi limitrofi. I volontari fanno appello ai cittadini affinché non abbandonino gli animali e non li lascino girovagare liberi per le strade, creando così branchi che possono anche diventare pericolosi, oltre ad essere gesti spregevoli  sono azione perseguibili dalla legge.Il randagismo è un fenomeno provocato dall’uomo ed i cittadini devono capirlo molto bene! La cura dei propri animali domestici ed il rispetto verso di essi, così come il rispetto della legge sono la base per una società che vuole definirsi civile, gli animali di fatto non hanno alcuna colpa.L’esempio di Andrea La Commare e di tutti i volontari coinvolti in questa missione dimostra come la sana collaborazione e la concretezza delle azioni possano fare la differenza quando si persegue un obiettivo comune.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate