Notizie Flash: 3/a edizione – L’economia (4)

14 Luglio 20181min210

(AdnKronos) – Roma. La bancarotta di Air Berlin, nello scorso ottobre, pesa sul traffico aereo domestico tedesco, che ha visto, nei primi mesi di quest’anno, un rilevante calo. Secondo i dati dell’associazione degli aeroporti tedeschi Adv, da gennaio a maggio si è registrata una flessione del 5% rispetto allo stesso periodo del 2017. “Gli aeroporti tedeschi stanno subendo le conseguenze del processo di consolidamento complessivo delle compagnie aeree e, in particolare, della cessazione di Air Berlin”, ha dichiarato il ceo di Adv Ralph Beisel. In compenso, il traffico europeo assicura agli scali tedeschi un aumento generalizzato. Secondo i dati preliminari, il numero complessivo di passeggeri nei primi cinque mesi dell’anno è aumentato del 2,3%, rispetto allo stesso periodo del 2017, poco sotto i 110 milioni di passeggeri. A giugno, sono transitati negli aeroporti della Germania 22,44 milioni di passeggeri, con una crescita del 2,4% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Dopo il fallimento di Air Berlin, Eurowings, la compagnia low cost di Lufthansa, e EasyJet, la compagnia low cost inglese, hanno cominciato gradualmente a rimpiazzare i voli domestici in Germania. Il crollo del traffico si è fatto sentire particolarmente negli aeroporti più piccoli, come Erfurt (a giugno -49,8%), Karlsruhe (-73,1%), e Norimberga (-29,3%).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate