Notizie Flash: 1/a edizione – L’economia (2)

26 Marzo 20181min650

(AdnKronos) – Roma. In Italia stanno calando i piccoli imprenditori. Imprese familiari, ditte, collaboratori e lavoratori in proprio continuano a sparire, tanto che, dal 2007 al 2017, i lavoratori indipendenti sono diminuiti di 639mila unità, pari ad una riduzione dell’11,1%, di cui oltre 100mila solo nell’ultimo anno. I dati arrivano da un’analisi condotta dall’Ufficio Economico Confesercenti sulla base dei dati ufficiali Istat. Si tratta di “una crisi occupazionale e sociale che rischia di rendere ancora più debole la ripresa dell’economia, e su cui è sempre più urgente intervenire” scandiscono gli analisti. Stando ai dati diffusi oggi, nell’universo dell’occupazione indipendente, a calare sono soprattutto i lavoratori in proprio (-465mila, -13%), ma anche i collaboratori (-218mila, -45%) ed i coadiuvanti familiari (-124mila, -29,7%). L’unica voce in crescita è quella dei liberi professionisti, che aumentano di 274mila unità (+24,3%) nel periodo, ma che non basta a correggere la flessione complessiva. Il lavoro autonomo segna dunque un percorso controtendenza rispetto al complesso dell’occupazione. Nello stesso periodo, infatti, a livello globale si assiste ad un sostanziale incremento del numero di occupati: 768mila in più dal 2017 (+4,5%), per un totale di quasi 17,7 milioni. Una crescita dovuta al lavoro dipendente, che però si è accompagnata ad una ricomposizione interna: gli occupati ‘standard’ sono diminuiti infatti di circa 2 milioni di unità, mentre i lavoratori con part-time involontario o a tempo determinato sono cresciuti di oltre 1,5 milioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate