Notizie Flash: 2/a edizione – L’economia (7)

7 Gennaio 20191min90

(AdnKronos) – Roma. “Non capisco la polemica se non per un pregiudizio ideologico che vede anche il gas metano come un combustibile da sconfiggere a prescindere”. Lo afferma all’Adnkronos, Gianfranco Borghini, consigliere della Fondazione Ottimisti e razionali (For), in merito al polverone di polemiche nate dopo il via libera delle Mise alle trivellazioni per la ricerca del petrolio nel mar Ionio. Sul tema Borghini, insieme a quello che allora era il Comitato Ottimisti e razionali, era intervenuto in occasione del referendum sulle trivelle del 2016 invitando gli italiani a non andare a votare. “Le aziende che hanno chiesto le autorizzazioni sono in regola con la legge e inoltre si tratta solo di una fase di perlustrazione” per accertare la presenza o meno di un giacimento. Le trivellazioni, dunque, al momento non c’entrano, certo è che per Borghini ci sarebbe da festeggiare qualora ci fosse un deposito di gas metano a largo delle nostre coste “La procedura di estrazione del gas dai giacimenti è la più sicura in assoluto” afferma Borghini. “E’ una tecnologia talmente sperimentata, in uso e sicura che non ha mai provocato alcun problema neanche quando avveniva entro le 12 miglia marittime dalla costa”. Le polemiche ambientali, dunque, “sono ridicole: l’estrazione di gas metano è una tecnologia ad impatto zero. Qualsiasi altra attività è sicuramente più rischiosa e di tutte le fonti non rinnovabili, il gas metano è quella che inquina meno ed è fondamentale per la transizione energetica”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate