Pasqua: a Venezia tutti i musei aperti e al via l’orario estivo

29 Marzo 20181min1210

Venezia, 29 mar. (AdnKronos) – Saranno tutti aperti, con orario estivo, i musei civici veneziani in occasione della giornata di Pasqua, domenica 1 aprile, mentre a Pasquetta si potranno visitare eccezionalmente anche la Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro e il Museo di Storia Naturale, sedi normalmente chiuse di lunedì. Apertura speciale il giorno di Pasqua – dalle 15 alle 20 – anche per la mostra Attorno al vetro e il suo riflesso nella pittura, ospitata al Centro Culturale Candiani di Mestre, che offre un inedito parallelismo tra vetro e pittura.

Si tratta di un’opportunità unica per i numerosi visitatori presenti a Venezia in occasione delle festività pasquali che, oltre alla ricca offerta culturale ed espositiva presente nelle varie sedi del circuito museale civico, potranno beneficiare – a partire dal 1 aprile – anche del prolungamento dell’apertura, grazie all’entrata in vigore dell’orario estivo.

Da Palazzo Ducale, aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19 (chiusura biglietteria un’ora prima), con la suggestiva mostra dedicata all’artista e scrittore inglese John Ruskin, Le pietre di Venezia, ospitata fino al 10 luglio nell’Appartamento del Doge e nel rinnovato Museo dell’Opera al piano terra, con straordinari prestiti internazionali, al Museo Correr, aperto – così come tutto il percorso integrato che comprende il Museo Archeologico Nazionale e le Sale Monumentali della Biblioteca Marciana – dalle 10 alle 18 (chiusura biglietteria un’ora prima), con la splendida collezione Canoviana, le ‘Stanze di Sissi’ e la Wunderkammer, con opere tra gli altri di Lotto e Carpaccio, alla Torre dell’Orologio visitabile su prenotazione e con accompagnatore specializzato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


© Copyright by Eslife Innovation S.r.l.s. All rights reserved. – P.IVA 02667580811 | Testata numero 217/2020 – Registrata presso il Tribunale di Marsala | Direttore responsabile: Cristina Agate